Dopo la stecca, la statuetta. I Brit Awards incoronano la migliore: Adele

25 febbraio 2016 ore 9:57, Marta Moriconi
A Los Angeles, alla cinquantottesima edizione dei Grammy Awards, era andata in onda con una nota “stonata”. Adele era finita sulla graticola per una “stecca” che la rete non gli ha perdonato. “Capita, sono cose che succedono” aveva twittato la pop star motivando così “lo scivolone” che le era costato una valanga di critiche sul web. Ma il coro social era: “Che figuraccia”. Ora, dopo la caduta la rivincita. O la vendetta, fate voi. 
Proprio la cantante britannica è stata incoronata regina della 36esima edizione dei Brit Awards, ossia degli Oscar della musica britannici, quelli dove è andata in scena anche una Rihanna con un look da sirena.

Ovviamente l'emozione di Adele era palpabile. Essere premiata come Miglior artista femminile britannica dopo quella stecca è stato come mettere tutto a tacere, anche i più cattivi follower si sono dovuti inchinare alla sua rinnovata grandezza. D'altronde il suo album è quello dell'anno e il suo singolo Hello idem: ha battuto tutti gli altri. Neanche i problemi tecnici sul palco dei Grammy possono fermarla.
E nel discorso stavolta parla come una vincitrice "seriale": "Non male per una ragazza di Tottenham che non ama
Dopo la stecca, la statuetta. I Brit Awards incoronano la migliore: Adele
volare" ricordando anche il caso di Kesha, obbligata da una sentenza a non rescindere il contratto col musicista americano Dr Luke, da lei accusato di abusi sessuali e con vessazioni psicologiche. Poi un grazie è andato anche alle "altre artiste in nomination", è un privilegio essere al vostro fianco.  LEi si sente attorniata invece da collaboratori eccezionali, che ha pubblicamente nominato per i suoi ringraziamenti: "Il mio manager e la mia casa discografica che difendono il fatto che io sia una donna e mi incoraggiano. E mi piacerebbe approfittare di questo momento per sostenere pubblicamente Kesha". E con la statuetta in mano ha sottolineato come "ritornare dopo così tanto tempo ed essere accolta così calorosamente è davvero incantevole". 

Quanto agli altri premi eccoli: James Bay, migliore artista maschile; Justin Bieber migliore artista internazionale; Tame Impala miglior gruppo internazionale. E Coldplay, per la quarta volta, miglior band inglese dell'anno. Gli One Direction hanno ritirato il premio per il miglior video. David Bowie, invece, è stato il "grande omaggiato" dalla sua band e la cantautrice neozelandese Lorde.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]