Italia-Scozia, Sei Nazioni 2016: il VX azzurro scelto da Brunel (ai titoli di coda)

25 febbraio 2016 ore 19:01, Micaela Del Monte
Sabato sarà l'ultima di Jacques Brunel alla guida della nazionale italiana di rugby. Il 62enne tecnico transalpino guiderà infatti per l'ultima volta gli azzurri su suolo italiano. Una buona occasione per togliersi i sassolini dalla scarpa e per rilasciare dichiarazioni tipo: "Francamente mi aspettavo risultati migliori". Prima però c'è la Scozia. All'Olimpico (ore 15.25, cancelli aperti dalle 13 per evitare code anche perché è vicino il traguardo dei 70mila spettatori, diretta tv DMAX e NOVE dalle 14.45) per la terza giornata del Sei Nazioni 2016 scenderanno gli highlanders con il malcelato intento di lasciare il famigerato cucchiaio di legno agli azzurri.

Il rientrante estremo David Odiete al posto di Luke McLean, il seconda linea Joshua Furno al posto di George Biagi (ko per una costola fratturata), il tanto atteso tallonatore Leonardo Ghiraldini al posto del pur bravo Ornel Gega. Ma soprattutto Kelly Haimona in cabina di regia rilevando l'infortunato Carlo Canna. Sono questi i cambi decisi da Brunel rispetto alla formazione schierata contro l'Inghilterra a San Valentino. Tra Italia e Scozia è il diciassettesimo scontro diretto nel 6 Nazioni, con un bilancio di nove vittorie per gli scozzesi e sette per gli italiani, nei precedenti; gli azzurri hanno vinto nell’ultimo Sei Nazioni, ma hanno perso i due match di preparazione ai Mondiali e nettamente.
Italia-Scozia, Sei Nazioni 2016: il VX azzurro scelto da Brunel (ai titoli di coda)
Questa la formazione dell’Italia per la terza giornata dell’RBS 6 Nazioni 2016: 15 David Odiete, 14 Leonardo Sarto, 13 Michele Campagnaro, 12 Gonzalo Garcia, 11 Mattia Bellini, 10 Kelly Haimona, 9 Edoardo Gori, 8 Sergio Parisse, 7 Alessandro Zanni, 6 Francesco Minto, 5 Joshua Furno, 4 Marco Fuser, 3 Lorenzo Cittadini, 2 Leonardo Ghiraldini, 1 Andrea Lovotti.

Il ct scozzese Vern Cotter ha confermato 14/15 della formazione scesa in campo, e sconfitta, contro il Galles, con l’unica variente dell’inserimento di Tim Visser al posto di Sean Maitland. Per Cotter: “L’Italia ha dimostrato di essere una squadra di talento, soprattutto nella gara in casa della Francia. Hanno sorpreso sia i transalpini che l’Inghilterra con la fisicità e intensità. Se vogliamo vincere a Roma dovremo almeno giocare al loro pari questo fine settimana”.

Questo il XV che affronterà l’Italia:
15 Stuart Hogg; 14 Tommy Seymour, 13 Mark Bennett, 12 Duncan Taylor, 11 Tim Visser; 10 Finn Russell; 9 Greig Laidlaw; 8 David Denton, 7 John Hardie, 6 John Barclay; 5 Jonny Gray, 4 Richie Gray; 3 Willem Nel, 2 Ross Ford, 1 Alasdair Dickinson

La Scozia può contare su un pacchetto di mischia molto forte e sull’imprevedibilità di Laidlaw, bravo a cercare gli inserimenti con la palla tra le maglie della rete difensiva avversaria e micidiale al piede.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]