L'America piange Bobbi Kristina Brown: "Ora è nelle mani di Dio"

25 giugno 2015, intelligo
Una piccola, grande speranza si era accesa lo scorso aprile, quando aveva riaperto gli occhi. 

L'America piange Bobbi Kristina Brown: 'Ora è nelle mani di Dio'
La notizia di oggi riporta il buio sul futuro di Bobbi Kristina Brown. A riportarla le agenzie americane che hanno citato fonti della famiglia.
Bobbi Kristina, lo ricordiamo, è l’unica figlia avuta da Whitney Houston con il cantante R&B Bobby Brown.

La ventiduenne è stata trasferita in una struttura per cure palliative. Tecnicamente questo vuol dire che la ragazza non risponde più a trattamenti specifici e l’evoluzione prevista nella stragrande maggioranza dei casi in cui si prende una decisione simile è la morte.

La sua vita sarebbe finita come quella di sua madre, Whitney Houston: in una vasca da bagno. Lì infatti è stata ritrovata lo scorso 31 gennaio, priva di sensi. Non si è mai risvegliata dal coma, causato forse da un’overdose di farmaci.

“Nonostante le grandi cure mediche ricevute in diverse strutture, le condizioni di Bobbi Kristina Brown hanno continuato a deteriorarsi. A partire da oggi è stata dunque trasferita in un ospedale per cure palliative”, si legge in un comunicato della famiglia. “Ringraziamo tutti per il loro sostegno e le preghiere. Bobbi ora è nelle mani di Dio”, prosegue il testo, rilanciato da diversi media americani.

 
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]