La Roma ha scelto: Bacca e Salah al posto di Destro e Gervinho

25 giugno 2015, Andrea De Angelis
A Roma, sponda giallorossa, non si parla d'altro: chi sostituirà Gervinho e Destro?

La Roma ha scelto: Bacca e Salah al posto di Destro e Gervinho
Il primo era l'idolo dei tifosi
, almeno nel primo, sorprendente anno di Garcia al timone della squadra. Il secondo non ha mai avuto un rapporto particolarmente felice con il pubblico, ma i numeri in quanto a reti e presenze parlavano da soli rendendolo tra gli elementi più importanti della rosa. 

Adesso è arrivato il momento di trovare i sostituti, senza far passare altro tempo. Chiudere entro questo mese è l'impegno di Sabatini che sta adoperandosi al massimo per portare a Trigoria Bacca e Salah

Carlos Bacca è al momento decisivo della sua carriera. Lo dice l'età (28 anni) e lo dicono soprattutto i numeri: 34 reti in 72 partite con il Siviglia (media vicina allo 0,5 che da sempre è la soglia che fa di un attaccante un goleador) e 7 gol in 20 presenze con la nazionale colombiana. 

In Spagna ha vinto due volte l'Europa League, risultando decisivo in entrambe le occasioni. Pupillo dei tifosi, il suo cartellino è legato alla clausola rescissoria di 30 milioni. La Roma non vuole pagarla e chiede pertanto uno sconto del 15%: sono 25 i milioni messi sul piatto da Sabatini. Alla fine si potrebbe chiudere per ventisette. 

Più complicata la questione Salah. L'egiziano, vera rivelazione della Fiorentina, era vicino ai giallorossi già quest'inverno, ma poi non se ne fece nulla. 
Adesso il cartellino è lievitato, così oltre al danno c'è anche la beffa di dover vincere la concorrenza. Lo vogliono tutti: le milanesi, la Juventus, ma anche la Fiorentina con Sousa che avrebbe esplicitamente chiesto la sua conferma. 

Entro domani si dovrebbe conoscere il futuro del giocatore, ma la situazione sembra essere a un bivio: se la Fiorentina otterrà il suo sì potrà tenerlo un altro anno per un milione di prestito, con il diritto di riscatto a 18 milioni alla fine della prossima stagione. Per una terza squadra, invece, si tratterebbe di un’operazione in prestito con obbligo di riscatto nel 2016 per 25 milioni di euro. 

Tradotto: alla Roma servono almeno 50 milioni per portare a casa entrambi. Considerando anche l'operazione Nainggolan è chiaro che bisognerà vendere ancora. E c'è chi torna a pronunciare il nome di Pjanic...


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]