Brexit, arriva l'effetto domino in tutta Europa: ora occhio alla Nexit

25 giugno 2016 ore 14:35, Adriano Scianca
Brexit avrà effetti sul ruolo della Gran Bretagna e sull'economia di quel Paese, certo, ma la portata storica del voto britannico è un'altra: si tratta del cosiddetto “effetto domino” che potrebbe portare altri Paesi a compiere lo stesso passo e a determinare, quindi, la fine di fatto dell'Unione europea. Presto, infatti, Francia, Olanda, Austria, Finlandia e Ungheria potrebbero seguire le ombre del Regno unito.

Brexit, arriva l'effetto domino in tutta Europa: ora occhio alla Nexit
E' stato proprio il leader inglese dell'Ukip Nigel Farage, il grande trionfatore di questo referendum, ad avvisare l'Ue: "L'Unione europea sta fallendo e altri Paesi seguiranno il nostro esempio come Danimarca, Svezia, Austria e forse anche l'Italia". In Francia, per esempio, Marine Le Pen ha avvisato: “Ora è il momento per tornare a chiedere un referendum anche in Francia. I francesi devono poter scegliere. Adesso la realtà si è imposta: uscire dall'Unione europea è possibile”. Ma la minaccia più immediata giunge dall’Olanda, che nel marzo 2017 andrà al voto. In testa ai sondaggi c’è il partito antieuropeo di Geert Wilders, che sta già battendo il ferro della “Nexit”, cioè dell'uscita dell'Olanda dalla Ue. 

In Austria, il leader del partito Fpo, Heinz Christian Strache, ha chiesto un referendum alle riforme che l’Europa “non deve più ostinarsi a rifiutare”. In Ungheria, il premier Orban è già da tempo ai ferri corti con Bruxelles e certo non ci penserebbe troppo a tagliare i ponti con l'Ue. Quanto all'Italia, dopo l'annuncio rassicurante dei grillini, a esultare per Brexit è rimasto solo Salvini, i cui alleati, tuttavia, restano nel Ppe e non lo seguiranno sulla strada della sfida a testa bassa alla Ue.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]