Livorno, operaio respinto getta acido sull'amica dell'amata

25 maggio 2015, Marta Moriconi
Livorno, operaio respinto getta acido sull'amica dell'amata
E' successo a Livorno,  un uomo ha gettato dell’acido sul volto di una donna credendo che la vittima si mobilitasse contro una sua relazione sentimentale, tra l'altro non corrisposta, con l'amica di lei 38enne.

Domenica sera in una sala scommesse del centro è successa la tragedia. Si chiama Davide Vecchio e ha 30 anni il livornese protagonista della violenza e ora arrestato dai carabinieri. 

La vittima ha 55 anni e purtroppo le ferite sono gravi: si registrano lesioni ad un occhio e ustioni con prognosi di 25 giorni. 

All'uomo non piaceva "il triangolo di non amore" non corrisposto e combattuto che si sarebbe, nella sua testa, innescato tra lui, lei e l'altra. L'operaio livornese ha così deciso di gettare acido in faccia alla presunta osteggiatrice del rapporto.

Un anno fa la richiesta di aiuto alla donna per convincere l'amica, poi il fallimento amoroso non gradito e da lì una serie di congetture e ipotesi relative al diniego della 38enne. 

La rabbia poi si è trasformata in minacce per entrambe, anche contro questa terza figura, protagonista sfortunata della tragica storia, che pure le due amiche avevano denunciato. 

Purtroppo non hanno evitato che l'uomo arrivasse un gesto eclatante: a piazza Attias erano le 22 circa quando si è recato all’interno di un Centro Scommesse “SNAI” dove la 55 enne lavora ma era in compagnia anche dell'altra. 

Si è compiuta quindi l'aggressione con acido muriatico che ha ferito la donna la volto. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]