Esclusiva, Gasparri a giudizio per un tweet. Parla Puglisi: "C'è il diritto a non essere insultati"

25 maggio 2015, Marta Moriconi
Esclusiva, Gasparri a giudizio per un tweet. Parla Puglisi: 'C'è il diritto a non essere insultati'
Forse non ce la farà Fedez, ma Riccardo Puglisi sì: Maurizio Gasparri, vicepresidente del Senato, è stato rinviato a giudizio con l'accusa di ingiuria. Il tweet sotto accusa, via dm, del 30 agosto 2013 definiva il ricercatore e docente di Politica Economica all'Universita di Pavia "ignorante presuntuoso". 

Gasparri comparirà davanti al giudice di pace di Pavia il 21 settembre. Il reato di ingiuria prevede fino a sei mesi di
reclusione o il pagamento di una multa. E il caso costituisce anche un precedente a quanto pare in tema di utilizzo dei solcial. 

IntelligoNews ha, a questo punto, intercettato Puglisi, anche responsabile economico di Italia Unica, a cui ha chiesto di commentare la notizia.

"E' successa questa cosa, una discussione su twitter come capita spesso e sono rimasto sorpreso da una certa aggressività del senatore Gasparri. La vicenda mi coinvolge personalmente, e quindi non ho molto altro da dire" ha chiarito a IntelligoNews Puglisi. 

Poi alla domanda se lui sia riuscito laddove Fedez forse non riuscirà, ha risposto: "Ah non saprei (ride, ndr), la mia è una cosa molto limitata. Ma credo ci sia il diritto a non essere insultati".
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]