Morte Domenico, Roberta Bruzzone: "Silenzio e scarsa partecipazione al lutto fanno riflettere..."

25 maggio 2015, Andrea De Angelis
Il papà di Domenico ha rilasciato un'intervista a Il Corriere della Sera nella quale, notando come siano già passate due settimane dalle notte in cui il figlio ha perso la vita in gita scolastica, confessa che credeva come a distanza di così tanto tempo i suoi compagni avrebbero parlato.

Il silenzio, invece, prosegue e di questo particolare aspetto IntelligoNews ne ha parlato con la criminologa Roberta Bruzzone...

Morte Domenico, Roberta Bruzzone: 'Silenzio e scarsa partecipazione al lutto fanno riflettere...'
Dinanzi a un fatto così drammatico i giovani possono essere talmente freddi da chiudersi nel silenzio?

«Premesso che non conosco la vicenda e quindi ci tengo a precisare che non la sto valutando, davanti a fatti comunque così traumatici che comportano la perdita della vita di un ragazzo giovane, questo tipo di reazione a me francamente non suscita nulla di positivo. Quando c'è un silenzio così ostinato, così risoluto nel mondo investigativo, magari non è questo il caso, solitamente c'è qualcosa da nascondere». 

Un caso nel quale bisogna rapportarsi al gruppo e non al singolo. Un silenzio dunque più difficile da superare?

«La vicenda è tutta da chiarire ed è in divenire sotto il profilo investigativo, ma normalmente in questi casi la disponibilità a parlare è direttamente proporzionale al non avere nulla da nascondere...».

La collaborazione di solito è scontata?

«Solitamente ci si aspetta una grande collaborazione da tutti coloro che sono stati interessati, ovviamente a vario titolo e con profili di coinvolgimento diverso».

La chiusura invece si è manifestata anche nei confronti della famiglia.

«La scarsa partecipazione al lutto della famiglia è un elemento che almeno un po' fa riflettere, certo. Sono comunque numerosi i casi di giovani morti alla presenza di amici, vicende in cui capita di trovarsi dinanzi a questo anomalo silenzio. Non solo silenzio, ma scarsa partecipazione, assenza anche al lutto della famiglia. Ripeto, non conosco la vicenda e non mi sento di valutarla in nessun modo, ma se fossi il magistrato qualche domanda in più forse me la farei».
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]