Roma, Pivetti: "Contro l'insicurezza comitati di quartiere 'ufficiali' e corpo forestale"

25 maggio 2016 ore 13:42, Adriano Scianca
L'insicurezza a Roma? Per Irene Pivetti, capolista della Lega al Campidoglio, le strade sono tre: comitati di quartiere riconosciuti dai municipi, ronde (ma chiamate in un altro modo e armate solo di cellulari) e corpo forestale che, pochi lo sanno, aveva, la funzione di vigilare anche sui parchi cittadini.

Perché si parla poco di insicurezza in questa campagna elettorale?

Roma, Pivetti: 'Contro l'insicurezza comitati di quartiere 'ufficiali' e corpo forestale'
«Si parla troppo di bisticci e poco di cose concrete. La sicurezza, invece, è un tema centrale».

Secondo lei Roma è insicura?

«Bisogna distinguere le situazioni, ovviamente, ma ci sono grandi sacche di insicurezza, soprattutto in periferia, e in alcuni quartieri c'è anche un non controllo del territorio. Si parla impropriamente di microcriminalità, ma il fenomeno è “macro” se consideriamo all'impatto che può avere su una persona».

E come se ne esce?

«Aumentando il presidio e il controllo del territorio da parte delle forze dell'ordine, per esempio. Ma anche coordinando le forze esistenti senza spendere un euro in più. Abbiamo uno spropositi di sale operative sovrapposte. E poi bisogna puntare sui comitati di quartiere».

In che modo?

«I comitati di quartiere svolgono un ruolo di osservatorio. Io li metterei in contatto con i municipi, darei loro una forma di ufficialità».

E sulle ronde cosa pensa?

«“Ronde” è una parola antipatica, carica di aggressività. Chiamiamola “vigilanza del territorio”. Parlo di persone armate solo di cellulare. Ovviamente non devono diventare un alibi per non investire sulle forze dell'ordine».

L'insicurezza è anche figlia di problemi infrastrutturali...

«Ovviamente sono cruciali illuminazione e videosorveglianza. Ma non solo: Roma ha molti parchi. Ora, noi abbiamo appena soppresso, con una scelta secondo me scellerata, il corpo forestale. Ora, non tutti sanno che la forestale presidia il territorio anche in città. Senza di loro chi deve sorvegliare i parchi? I vigili urbani?».
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]