Se non esiste più la morale c'è lo psichiatra: sindrome "da gomorra" per la violenza in Tv

25 maggio 2016 ore 15:27, intelligo
Troppo sangue, troppe bande, troppo orrore spacciato per verità unica e ormai inevitabile. Se non c'è più la morale a dirlo, almeno interviene la scienza. 
La ripetitiva esposizione a immagini brutali o crudeli, in tv, su Internet e nei videogame, può generare un disturbo mentale che rappresenta una variante moderna del disturbo post-traumatico da stress. Il monito arriva dallo psichiatra Michele Cucchi, direttore sanitario del Centro medico Santagostino di Milano, che parla di 'sindrome da Gomorra' ed è riportato dall'Andnkronos. Da Gomorra ad House of Cards, dal Trono di Spade fino alle notizie di cronaca nei tg, la violenza ormai è una presenza fissa in televisione che crea un disturbo."Può provocare, soprattutto nei giovani, microtraumatismi con effetti che ricordano quelli di chi ha vissuto una guerra. "La condivisione delle immagini più crude, le serie tv e i talk show che trasformano in usanza il ricorso alla prevaricazione e all'aggressività nella dinamica interpersonale, può provocare la cosiddetta sindrome da Gomorra che influenza il nostro cervello emotivo", spiega Cucchi. 
Se non esiste più la morale c'è lo psichiatra: sindrome 'da gomorra' per la violenza in Tv
La conferma arriva da uno studio del Drexel University College of Medicine di Philadelphia, che analizza nello specifico il comportamento dell'amigdala, centrale operativa emotiva del nostro cervello, durante l'esposizione ripetuta a immagini digitali di violenza. "Osservare troppo spesso situazioni relazionali di aggressività interpersonale favorisce, soprattutto negli adolescenti, episodi e modalità aggressive in un follow up di tre anni". Questo disturbo sembra una variante del disturbo da stress post-traumatico, con il quale condivide l'eccessiva stimolazione dell'amigdala e una riduzione della normale funzione inibitoria e regolatoria della corteccia orbitofrontale cingolata. I microtraumi digitali sembrano avere dunque un effetto simile a quello dei macrotraumi causati dalla guerra. Altri elementi comprendono lo sviluppo di idee fisse di bullismo o di pubblico disonore, e la perdita di controllo degli impulsi.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]