Bonucci e la Nazionale: "Balotelli? Servivano carri armati" e promuove Ventura

25 maggio 2016 ore 23:59, Micaela Del Monte
Leonardo Bonucci si è appena laureato nuovamente campione d'Italia con la sua Juventus. Scudetto, come anche i precedenti cinque, di cui il difensore centrale di Latina è stato assolutamente protagonista. Ora Bonucci sarà impegnato in un'altra prova, quella degli Europei di Francia. Ed è proprio dal ritiro della Nazionale a Coverciano che il difensore azzurro, scelto ovviamente tra i 30 di Antonio Conte, ha parlato della situazione Azzurra. Del passato e del futuro. 

Bonucci e la Nazionale: 'Balotelli? Servivano carri armati' e promuove Ventura
In particolare ha parlato di alcuni suoi ex compagni di viaggio, come Mario Balotelli e Andrea Pirlo. "La Nazionale senza Balotelli? Tutto è sempre stato nelle sue mani: Mario doveva essere intelligente e cercare di cambiare, ma ancora non l'ha fatto. In una Nazionale così, sarebbe stato importante: se l'avesse capito, se avesse compreso che qui non servono primedonne ma carri armati che si sacrificano per il compagno, oggi sarebbe uno dei migliori attaccanti al mondo". "Ora deve cercare dentro di lui per provare a riscattarsi - ha aggiunto il difensore di Juventus e Nazionale - Il futuro può riservargli ancora soddisfazioni, magari di ritrovare questa maglia. Ma come ho detto, spetta solo a lui". Bonucci, poi, ha parlato anche dell'altro assente illustre in azzurro, Andrea Pirlo: "Lui non si discute, è il calcio fatto persona; è un grande campione e un uomo spogliatoio, un simpaticone, al di là delle apparenze. Ma il ct è stato chiaro: quando si fanno delle scelte, se ne conoscono anche le conseguenze".

Bonucci si è poi anche "azzardato" a commentare l'ormai cambio imminente sulla panchina della Nazionale, premesso che "scegliere il ct non riguarda noi calciatori, credo che quello dopo Conte debba continuare il percorso tecnico tattico deciso. Da parte nostra, ci sarà massima disponibilità". Ventura, però, andrebbe benone: "A Bari ebbe il coraggio di lanciarmi, e ha un’idea ben precisa di gioco: visto che la qualità non è il nostro pregio, ci serve quella". 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]