Il dopo Manganelli: in lizza Marangoni, Pansa, Pecoraro. Gabrielli in pole.

25 marzo 2013 ore 11:04, Francesca Siciliano
Il dopo Manganelli: in lizza Marangoni, Pansa, Pecoraro. Gabrielli in pole.
A una settimana dalla morte del capo della Polizia, Antonio Manganelli, è partito il toto-nomine per accaparrarsi la successione. Gli spifferi raccolti negli ambienti politici e della polizia circolano da qualche giorno e i “papabili” successori rientrerebbero nella schiera dei prefetti e degli “investigatori”. Uno tra questi Alessandro Pansa, l'attuale capo del dipartimento Affari interni del Viminale. Lunga esperienza investigativa alle spalle maturata soprattutto in Calabria nella lotta alla ‘ndrangheta e in seguito nel contrasto alle nuove Br. E' stato prefetto di Napoli e proprio in quell'occasione ha gestito da commissario anche l’emergenza rifiuti in Campania, impegnandosi particolarmente nel contrasto alla criminalità economica: asso nella manica, questo, che potrebbe pesare nella scelta. Tra gli «amministrativi» sembra abbastanza solida anche la candidatura del prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro, che con la sua massiccia esperienza in diverse città italiane, si è guadagnato il secondo gradino del podio. Resta tuttavia un un po' “scomoda” la sua posizione dal momento che è considerato molto vicino agli ambienti del Pdl. E di questi tempi non è detto sia un bene visto che la nomina spetta al ministro dell'Interno del prossimo governo. Non da meno anche l’ex questore di Padova, Alessandro Marangoni, classe 1951, agente nella Direzione investigativa antimafia dal 1992 al 1996 e numero uno della questura padovana dal 2005 al 2008. Già da un mese, cioè dal ricovero in ospedale di Manganelli, svolge le funzioni di capo della Polizia e secondo i bene informati ha ottime chance per mantenere l’incarico con pieni poteri anche in futuro. In pole, tuttavia, sembra esserci Franco Gabrielli, l'attuale capo della Protezione civile. Successore di Guido Bertolaso, Gabrielli è riuscito nel corso del suo mandato a ripulire l’immagine della Protezione civile dopo gli anni di appalti e gestioni controverse finiti nel mirino della giustizia.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]