Aereo caduto, spunta una presenza "illecita" a bordo?

25 marzo 2015, intelligo
Quegli 8 minuti di silenzio sono difficili da spiegare e se sulle nostre pagine Andrea Purgatori lo ha fatto citando alcuni precedenti, non mancano suggestioni e dietrologie per rispondere alla questione. 

Aereo caduto, spunta una presenza 'illecita' a bordo?
Sul sito di TgCom 24 la domanda è esplicita: se sull'aereo ci fosse stata una presenza illecita? In questo modo si spiegherebbero le mancate comunicazioni a terra. 

In particolare nell'articolo si legge come i dati di volo siano incomprensibili agli esperti francesi che li hanno analizzati: la discesa è costante ma controllata, come se l'aereo procedesse con pilota automatico. L'unica spiegazione di un'azione del genere, molto grave, è la perdita di pressurizzazione. Ma non ci sarebbe stato motivo per non comunicare l'inconveniente a terra. 

Tali esperti francesi, che escludono un attentato con esplosione, non sono altrettanto categorici nell'escludere una "presenza illecita" a bordo. Essa spiegherebbe non soltanto l'assenza di contatti volontaria da parte dei piloti, ma anche il mancato ricorso al codice d'emergenza (7077) che in casi disperati si invia a terra tramite trasponder.

A.D.A.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]