Animali Made in China: dal 2016 una fabbrica li clonerà

25 novembre 2015 ore 8:11, Andrea De Angelis
Animali Made in China: dal 2016 una fabbrica li clonerà
L'obiettivo è quello di aumentare e anche in modo rapido la qualità del bestiame, così da avere anche il beneplacito dell'opinione pubblica. Il fine è ovviamente commerciale e dunque con forti interessi economici. La realtà è però sotto gli occhi di tutti: ancora una volta gli animali finiscono nel mirino dell'uomo. 

La Cina è infatti pronta a costruire il più grande impianto per la clonazione animale del mondo. Dunque non avremo più solo prodotti di ogni tipo Made in China, ma anche creature viventi. Dai cani ai cavalli, fino alle mucche.
Il progetto, che prevede la realizzazione di un laboratorio, un centro di clonazione, una banca del gene e un centro espositivo per la scienza e l’educazione in grado di attirare investimenti per un valore di 200 milioni di yuan, sarà sviluppato all’interno dell’area per lo sviluppo economico e tecnologico di Tianjin (Teda) nel nord-est del paese.
L’edificio principale sarebbe già in costruzione e dovrebbe essere completato entro giugno del prossimo anno. Tra gli animali che saranno clonati ci sono cani, bovini, cavalli da corsa. Tutti saranno utilizzati per servizi commerciali e il miglioramento delle razze. Il progetto potrebbe migliorare rapidamente la qualità del bestiame e portare la scienza della clonazione un passo avanti verso l’accettazione da parte di una fetta più grande della società.

Animali Made in China: dal 2016 una fabbrica li clonerà
Il presidente di Boyalife Xu Xiaochun ha detto che il centro inizierà a produrre 100.000 embrioni bovini in un anno, per poi espandere la produzione annua ad un milione di embrioni.
Dal 2000, gli scienziati hanno clonato ovini, bovini e suini. La prima azienda cinese di clonazione commerciale è stata istituita nel settembre 2014 nella provincia di Shandong, con la nascita di tre cuccioli di mastino tibetano purosangue. Tra gli animali che più probabilmente saranno oggetto di studio anche i cani da fiuto per le forze dell'ordine e i cavalli da corsa. 
Attenzione però, perché al di là dei fini commerciali c'è un annuncio da registrare che potrebbe rivoluzionare davvero il mondo animale. Il presidente di Boyalife ha anche sostenuto che la sua azienda potrebbe essere un giorno la prima al mondo a riprodurre un panda gigante clonato. Se il tentativo dovesse riuscire si potrebbe risolvere il problema dell'estinzione di molte specie animali a rischio. Fantascienza? Sarà il tempo a dirlo.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]