Il taglio dell'Ires può attendere, prima la sicurezza: 80 euro anche agli agenti

25 novembre 2015 ore 16:28, Americo Mascarucci
Il taglio dell'Ires può attendere, prima la sicurezza: 80 euro anche agli agenti
Il  taglio dell’Ires, l’imposta sul reddito delle società, slitta al 2017 e non entrerà più in vigore, come annunciato dal Governo, il primo gennaio 2016. 
Una decisione che si sarebbe resa indispensabile per investire più risorse sulla sicurezza e sulla cultura, i due pilastri nella lotta al terrorismo.  
E’ lo stesso Presidente del Consiglio Matteo Renzi ad annunciarlo durante l’evento “Italia, Europa: una risposta al terrore”. 
“Il Governo proporrà di spostare al 2017, nella fase di approvazione della Legge di Stabilità, la diminuzione dell’Ires, per poter così impiegare due miliardi di euro per dare una risposta ai professionisti della sicurezza e dell’educazione. Un miliardo in sicurezza, uno nell’identità culturale”.
“Per ogni euro in più investito sulla sicurezza – ha detto Renzi - ci deve essere un euro in più investito sulla cultura. Per ogni intervento sulla cyber-security deve crescere una start up, ogni centesimo speso in sicurezza non sarà un costo ma un investimento se ci ricordiamo cosa stiamo difendendo: la nostra identità”.

Renzi ha anche spiegato che ci sarà un investimento "di 150 milioni di euro sulla cibersecurity e di altri 50 milioni di euro per migliorare la strumentazione delle forze dell’ordine a fronte di chiarezza e riorganizzazione.  Ad oggi le forze di polizia sono troppe, devono diventare quattro entro l’anno, la forestale entrerà nei Carabinieri”.
Tra le altre misure si prevede anche un bonus da 500 euro per chi compie 18 anni erogato sotto forma di carta da utilizzare in teatri, musei, concerti e cultura.
 
Sempre ai giovani è destinato l’investimento di 50 milioni di euro per il diritto allo studio e per finanziare le borse di studio degli studenti universitari meritevoli ma non in condizioni di studiare per questioni di reddito. 
C’è poi lo stanziamento di 150 milioni di euro per una importante innovazione: la possibilità di donare il 2 per mille a un’associazione culturale specifica, dal Teatro della Scala alla scuola di musica di periferia fino al teatro sperimentale cittadino. Ci sono infine 500 euro in dotazione alle città metropolitane per progetti interventi di «riqualificazione» e di «rammendo» delle periferie. Con progetti che dovranno essere presentati entro il 31 dicembre, per essere spesi entro il 2016. 

Il taglio dell’Ires era stato annunciato da Renzi come uno dei provvedimenti più importanti che il Governo aveva inserito all’interno della Legge di Stabilità per sostenere le imprese e diminuire la pressione fiscale. Provvedimento che però dovrà aspettare perché l’allarme terrorismo ha costretto in questi giorni il Governo a rivedere l’agenda delle priorità. 
C’è il Giubileo alle porte e c’è dunque l’esigenza di garantire più sicurezza rinforzando gli organici e soprattutto le misure di prevenzione anti terrorismo. E si presume che di 2 miliardi, 80 euro a tutti gli appartenenti alle Forze dell'ordine vanno conteggiati. Ma c'è anche la riqualificazione delle periferie urbane e per dare un bonus "a 550mila italiani che compiono 18 anni e che potranno investire in attività culturali" spiega Matteo Renzi.

Più vigilanza e più cultura dunque, e suona davvero strano che soltanto oggi ci si preoccupi di difendere l'identità dei popoli dopo che le politiche europeiste hanno favorito lo sviluppo di un multiculturalismo ideologico, che ha avuto come diretta conseguenza la formazione del prototipo dell'apolide, cittadini cioè completamente sradicati dalla storia e dalle tradizioni dei popoli di origine.

E così il taglio dell’Ires almeno per il momento può attendere. Viste le polemiche che l’annuncio di Renzi aveva scatenato soprattutto nella minoranza del Pd, c’è chi non ha mancato di “malignare” che forse le esigenze di sicurezza, per quanto reali, possano essere tornate utili per mandare in soffitta un provvedimento i cui tempi di applicazione ci si è accorti non essere ancora maturi. 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]