Abel è libero: era "il matematico" del gruppo neonazista Ludwig

25 novembre 2016 ore 8:16, Andrea De Angelis
Di nuovo libero, dopo 23 anni di carcere, i domiciliari e la libertà vigilata.Wolfang Abel, che fu condannato a 27 anni di carcere insieme a Marco Furlan per una serie di delitti commessi tra Veneto, Milano e Monaco tra il 1977 e il 1984 e rivendicati dalla sigla neonazista Ludwig, è pienamente in libertà.

Dopo 23 anni di carcere, era uscito nel 2009. Era stato posto ai domiciliari, poi in libertà vigilata per presunta "pericolosità sociale". Ora il giudice di sorveglianza di Verona ha revocato l'obbligo di firma,ultima misura cautelare rimasta. Furlan, il suo complice era stato scarcerato nel 2010. 
Wolfgang Abel all'epoca dei fatti lavorava nella compagnia assicurativa del padre, viveva a Negrar, in provincia di Verona, e si era laureato in matematica con il massimo dei voti. Furlan e Abel erano parte di un gruppo di giovani che, all'epoca, erano soliti incontrarsi nella piazza Vittorio Veneto di Borgo Trento. Conosciutisi alla scuola superiore, condividevano l'idea della necessità di ripulire il mondo da prostitute, barboni, omosessuali, tossicodipendenti, preti "peccaminosi", e da discoteche e cinema a luci rosse.

Abel è libero: era 'il matematico' del gruppo neonazista Ludwig
Quando fu arrestato, il 3 marzo 1984, secondo gli inquirenti stava tentando di incendiare la discoteca "Melamara" di Castiglione e aveva 25 anni. Oggi ne ha 57 e vive con la madre sulle colline della Valpolicella. Il Corriere della Sera riporta le sue parole: "Come mi sento? Contento, certo - dichiara subito dopo aver appreso della decisione del Tribunale di sorveglianza di Verona -. Era da anni che mi rifiutavano il ritorno in libertà. Continuavano ad accusarmi di rappresentare una persona pericolosa per l’intera società. La verità è che le cose non sono mai state così: non sono mai stato un pericolo, finalmente un perito l’ha messo per iscritto".
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]