Bullismo, i cinque (video) consigli della piattaforma Facebook

25 ottobre 2016 ore 9:28, Adriano Scianca
Stretta di facebook sul cyberbullismo: il social network ha lanciato una nuova versione del Centro per la sicurezza delle famiglie, che sarà disponibile in più di 50 lingue, grazie alla collaborazione con 50 partner in tutto il mondo, e ottimizzato per il mobile. Al suo interno ci sarà un'importante sezione dedicata alla prevenzione contro il bullismo e un'altra destinata alla prevenzione dei suicidi. Più una novità: cinque video che consigliano come utilizzare alcuni strumenti di Facebook per la tutela della propria sicurezza. La piattaforma per la prevenzione contro il bullismo “fornisce una serie di consigli su come tutelarsi da questo tipo di episodi. Ed è divisa in tre sezioni a seconda del pubblico di riferimento: ragazzi, genitori o insegnanti. La sua edizione italiana è stata sviluppata in collaborazione con Telefono Azzurro e Save The Children e i suoi contenuti sono stati pensati specificatamente per un pubblico italiano”, spiega Laura Bononcini, responsabile delle policy di Facebook Italia. 

Bullismo, i cinque (video) consigli della piattaforma Facebook

La novità rispetto al passato sono i cinque videoconsigli: il primo è relativo al login, quindi l'approvazione degli accessi: la possibilità di poter eseguire la verifica in due passaggi, inserendo il proprio numero di telefonino; il secondo illustra il meccanismo della segnalazione: cosa puoi fare quando noti qualcosa che non dovrebbe trovarsi sulla piattaforma; il terzo suggerimento è legato alla condivisione, alla consapevolezza riguardo a che cosa scegliamo di condividere, con chi, e quali sono le possibili conseguenze; il quarto consiglio riguarda il controllo dei tag; l'ultimo video incoraggia gli utenti a utilizzare gli strumenti di controllo della privacy e della sicurezza, disponibili attraverso le impostazioni di Facebook, cliccando sul lucchetto in alto a destra del proprio profilo. 

In ogni caso, la linea è chiara: “Il bullismo – spiega ancora Bononcini - è assolutamente contrario alle nostre policy, non c'è posto per tali contenuti sulla nostra piattaforma. Se sono oggetto di bullismo e segnalo un contenuto nel quale vengo attaccata, oppure c’è un video che dimostra che vengo maltrattata, Facebook lo rimuoverà. C’è una differenza nel caso in cui il contenuto venga condiviso da un terzo per denunciare l’atto: in questo caso non è contrario alle nostre policy perché crediamo che sia importante ci sia una consapevolezza in merito".
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]