Lo sfogo dei sindaci "rossi" a prefetto e Alfano: "Saturazione migranti"

25 ottobre 2016 ore 21:04, Andrea De Angelis
La situazione sta raggiungendo un punto critico. Anzi, sarebbero già stati superati "i limiti di saturazione". Uno spaccato della realtà che sembra non ammettere repliche quello dato dai primi cittadini di Prato e Firenze, entrambi esponenti del Partito Democratico. Biffoni in particolare, delegato all'Immigrazione dell'Anci e sindaco di Prato, ha usato parole forti. 

Lo sfogo dei sindaci 'rossi' a prefetto e Alfano: 'Saturazione migranti'

"Sui migranti i Comuni toscani sono sempre stati collaborativi, ma con l'arrivo degli ultimi 600 profughi abbiamo superato i limiti di saturazione". Lo scrive il presidente di Anci Toscana Matteo Biffoni, in una lettera indirizzata al prefetto di Firenze Alessio Giuffrida, in riferimento agli arrivi di rifugiati in Toscana.
Secondo Biffoni "la Toscana ha una presenza di richiedenti asilo superiore al 12% rispetto alle quote assegnate, contrariamente a molte altre regioni che sono sotto la soglia: questo può comportare il serio rischio di tensioni sociali".
Anche il sindaco di Firenze, Dario Nardella, si è rivolto al prefetto affinché solleciti il ministero degli Interni a "non inviare ulteriori richiedenti asilo sul territorio toscano, fino al riequilibrio delle percentuali con le altre Regioni".

Parole che sembrano solo apparentemente stonare con quelle scritte su Facebook dal Governatore Enrico Rossi appena un'ora fa.
"Alcuni residenti di Goro, nel ferrarese, hanno costruito blocchi stradali per impedire l'arrivo di 11 donne (di cui una incinta) e 8 bambini migranti. Una storia che già conosciamo e che conoscono tutti i cristiani. A Maria, madre di Gesù, toccò la stessa sorte. Quei blocchi ci ricordano quanta strada si debba ancora fare perché la nostra Europa diventi un posto più umano e più giusto".




caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]