Caso Massimo Di Cataldo: si indaga sull’ex prima tumefatta, poi senza un graffio… ecco le foto

25 settembre 2013 ore 16:24, intelligo
Caso Massimo Di Cataldo: si indaga sull’ex prima tumefatta, poi senza un graffio… ecco le foto
di Orietta Giorgio. Dopo circa tre mesi se ne parla ancora. Il cantante Massimo Di Cataldo è accusato di violenze e procurato aborto dall’ex compagna Anna Laura Millacci. Le foto, pubblicate dalla vittima, sono scioccanti: lividi e sangue deturpano i lineamenti della donna. Le immagini sono chiare, i segni della violenza altrettanto. Ma… la sera stessa delle percosse Anna Laura partecipa ad una festa e sul suo volto appare solo un bel sorriso, le ferite sono sparite come per incanto. Le foto parlano chiaro anche in questo caso.

Il pm Eugenio Albamonte, titolare dell’inchiesta, raccoglie la versione raccontata dagli amici della Millacci: “Quel giorno Anna Laura era davvero disperata e in lacrime e aveva sul viso i segni di una aggressione, di schiaffi. Sappiamo che per partecipare ad un party la sera è poi ricorsa a trucco e cerone per coprire i segni".

Il legale dell’artista, l’avvocato Andrea Micciché, dimostrerebbe l’innocenza del suo assistito proprio grazie alla partecipazione della Millacci alla festa. Quelle percosse non ci sono mai state. Altrimenti i segni della violenza sarebbero apparsi evidenti. Altro che trucco.

Perfino l’ex moglie del cantante lo difende: «Conosco quella donna. Ci ha reso la vita impossibile».

Di Cataldo  parla di un’aggressione mediatica ai suoi danni.

Il medico legale nominato dalla Procura dovrà visitare la donna e accertare la compatibilità di eventuali segni con le foto postate su social.

Quale sarà la verità?

Ad i magistrati l’ardua sentenza.

Caso Massimo Di Cataldo: si indaga sull’ex prima tumefatta, poi senza un graffio… ecco le foto
 
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]