Cirinnà: "Circo sequestrato, la giustizia finalmente ci dà ragione! Anche i bambini non ci vanno più"

25 settembre 2014 ore 8:14, Orietta Giorgio
Cirinnà: 'Circo sequestrato, la giustizia finalmente ci dà ragione! Anche i bambini non ci vanno più'
La Procura della Repubblica di Tempio Pausania (Olbia) ha disposto il sequestro di tutti gli animali del circo Martin
, i titolari sono indagati del reato di maltrattamento animale. Uno dei numeri di punta del circo era quello del carretto con un orso, trainato da un cavallo con in groppa una tigre. Gli animali sono stati affidati alla LAV (Lega Antivivisezione Onlus) che dichiara: "Siamo molto soddisfatti della decisione della Magistratura e stiamo già lavorando per trasferire gli animali, la cui custodia giudiziaria ci è stata affidata, in strutture già individuate, idonee a garantire loro una vita dignitosa". Intelligonews ha chiesto un commento alla senatrice Pd e attivista per i diritti degli animali, Monica Cirinnà. Sono stati sequestrati tutti gli animali di un circo... «Non è la prima volta che accadono sequestri nei circhi, finalmente anche la magistratura e la polizia giudiziaria si rendono conto che l’utilizzo e l’ostentazione degli animali per far divertire le persone molto spesso sfocia nel maltrattamento, per insegnare agli animali a fare cose contro la loro natura molto spesso si utilizzano metodi violenti. L’affidamento alla LAV è un ottimo segnale, si sa finalmente quali e quante sono le associazioni di volontariato che si occupano dei diritti degli animali. Io Spero che prima o poi l’Italia diventi un paese civile e venga definitivamente vietato il circo con animali». Quindi l'ideale sarebbe un circo senza animali? «Che l’uomo stupisca l’uomo con le sue capacità, pensate al Cirque du Soleil nei quali trapezisti, acrobati, giocolieri, mimi, meravigliose persone stupiscono l’uomo con le proprie capacità. Per quale motivo sottomettere un animale? La riprova di questo orrore e di questa lontananza ormai dalla realtà e dalla cultura diffusa è che moltissimi bambini si rifiutano di andare al circo». L'uomo può fare la differenza anche nell'"emergenza clima"? «Ognuno di noi può applicare regole semplici alla propria vita per renderla più ecologica e più sostenibile, ognuno di noi può sprecare meno acqua, può mangiare cibo sano e biologico, può evitare di spendere troppo in trasporti che non rispettano la natura, penso ad esempio al trasporto su gomma. Ognuno di noi può scegliere se vestirsi con tessuti naturali o sintetici. Il clima è ormai l’emergenza vera del pianeta, con ogni probabilità tra qualche secolo i nostri pronipoti non avranno più nulla rispetto a quel poco che già abbiamo noi, il problema vero è che le grandi superpotenze che muovono il mondo hanno troppi interessi per occuparsi del bene del pianeta».
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]