Dietrofront Daraprim, ma è bufera su Shkreli

25 settembre 2015, Luca Lippi
Dietrofront Daraprim, ma è bufera su Shkreli
La candidata alla presidenza degli Stati Uniti d’America, Hillary Clinton, dopo la notizia che il farmaco per curare la toxoplasmosi e per la cura di pazienti con deficit del sistema immunitario per hiv o tumori è stato oggetto di speculazione finanziaria, ha scritto in un tweet che “la frode sui prezzi dei medicinali è oltraggiosa. Esporrò un piano per affrontare il problema”.

Immediata la risposta a Wall Street dove Arca, Valeant e Biotech hanno subito il 10% di perdite.

Martin Shkreli è immediatamente intervenuto rilasciando la seguente dichiarazione: “Abbiamo deciso di abbassare il prezzo di Daraprim a un punto tale che sia più conveniente”, la dichiarazione è stata raccolta da ABC News, tuttavia il chief executive officer di Turing Pharmaceuticals AG non ha detto però quale sarà nuovo prezzo.

L'aumento di prezzo del medicinale è pari al 5000%: è passato da 13.5 dollari a pastiglia a 750. Ora il brevetto è di proprietà di Turing Pharmaceuticals di proprietà di Martin Shkreli.

Ma la questione relativa al rialzo dei prezzi dei farmaci non è una novità.

Doxycycline, l’antibiotico che nel 2013 costava venti dollari, oggi ne costa 1850. E ancora il Cycloserine (per la cura della tubercolosi) che da 500 dollari è passato a costare (oggi) 10800 dollari.

La Clinton invoca controlli e promette provvedimenti per tutelare il sistema sanitario da ogni speculazione non strettamente riconducibile alla cura delle malattie e al finanziamento della ricerca per migliorarne gli effetti.

Big Pharma, l’industria farmaceutica ha rifiutato le nuove possibili misure di trasparenza argomentando che: «Non c’è per forza un rapporto di causa ed effetto tra costi sostenuti per sviluppare un medicinale e il suo prezzo sugli scaffali” e cita un recente rapporto della Tufts University secondo cui nel 2014 Big Pharma ha speso una media di 2,6 miliardi di dollari prima di immettere un farmaco sul mercato, contro gli 800 milioni del 2003.

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]