Strage La Mecca, il re saudita: "Rivoluzioneremo sicurezza"

25 settembre 2015, Andrea De Angelis
Il re saudita, Salman Bin Abdel Aziz, ha annunciato una completa revisione del piano di sicurezza per il pellegrinaggio alla Mecca, dopo la tragedia di giovedì in cui sono morti 717 fedeli nella calca a Mina. 

Strage La Mecca, il re saudita: 'Rivoluzioneremo sicurezza'
Nel corso di un incontro con i vertici militari di Riad che stanno partecipando al pellegrinaggio, il monarca ha spiegato che "la tragedia non sminuisce gli sforzi finora condotti dalle forze di sicurezza".

Mentre Salman si riuniva ieri con i capi della sicurezza per capire i motivi della tragedia, l'erede al trono Bin Nayef ha invece dato vita ad una commissione d'inchiesta per capire le responsabilità di quanto avvenuto ieri a Mina.

Le indagini si prospettano lunghe, come accade ogni volta che ci si trova dinanzi a simili tragedie. Una cosa è certa: non è la prima volta che alla Mecca si contano le vittime dovute alla calca, spesso causata da scene di panico. 

Capire chi e cosa può aver causato una simile dinamica è l'intenzione degli investigatori, anche perché mai come questa volta il dramma è finito sotto gli occhi del mondo intero. Lo stesso Papa Francesco dagli Usa ha pregato per le vittime musulmane di ieri. 

Intanto prosegue la conta dei feriti che secondo le ultime stime sarebbero vicini al migliaio. Numeri impressionanti, ma di facile comprensione se si pensa che solo ieri nel luogo sacro erano presenti circa due milioni di persone. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]