Amatrice è ancora incubo: forte scossa alle 6.28, altri crolli

26 agosto 2016 ore 8:20, Andrea Barcariol
La terra trema ancora ad Amatrice. Una nuova, forte, scossa di terremoto con magnitudo 4.8 è stata avvertita questa mattina dalla popolazione alle 6.28. Si tratta della replica più forte dopo il devastante sisma di martedì notte che al momento ha causato 250 morti (215 le persone estratte vive). A seguito della scossa si sono registrati nuovi crolli che fortunatamente non hanno coinvolto le squadre dei Vigili del fuoco e i soccorritori al lavoro.
Ad Amatrice, al momento si contano 193 morti ma il sindaco Sergio Pirozzi teme che sia solo un bilancio provvisorio: "Le vittime accertate finora qui sono 205 perché all'appello mancano dodici-tredici persone tra cui due bambini"
. Undici morti ad Accumoli, 46 ad Arquata nelle Marche. Il numero dei feriti ospedalizzati invece è salito a 365, mentre sono una quarantina i feriti gravi trasferiti in elisoccorso. Sono state assistite oltre 1200 persone nei campi e nelle strutture tra Lazio, Marche e Umbria della Protezione Civile. Un pregiudicato 45enne originario di Napoli è stato arrestato dai carabinieri ad Amatrice per sciacallaggio: cercava di introdursi in una casa disabitata forzando la porta con un cacciavite.

Amatrice è ancora incubo: forte scossa alle 6.28, altri crolli
Il Cdm ha deliberato, ha detto il premier Renzi, "lo stato di emergenza e i primi 50 milioni di euro per i primi interventi necessari, il blocco delle tasse che il ministro Padoan si accinge a firmare: tutte misure iniziali ma che sono il primo segno di attenzione per i territori terremotati". "Prima di essere dei politici, siamo degli uomini. Per questo ora diamo la priorità al dolore e alle lacrime" ha detto Renzi. Dolore, lacrime, ma anche "grande orgoglio" per la "straordinaria reazione popolare", che c'è stata, "in Italia e anche all'estero". "E' stata una gigantesca calamità naturale'', ma ora "la priorità di questo governo è la ricostruzione".


 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]