Pokémon Go è già crisi? Persi 15 milioni di utenti. Le mode social

26 agosto 2016 ore 18:39, Andrea Barcariol
Tutte le mode devono finire. Nell'epoca dei social network però la loro durata è sempre più breve. Se fino a un mese fa Pokémon GO, era una vera e propria mania su cui si interrogavano anche sociologi e psicologi ora il gioco della Nintendo sta conoscendo un veloce e inaspettato declino. Un fenomeno che ricorda quanto accaduto qualche anno fa con ruzzle. Il calo d'utenza infatti è netto, almeno secondo la società Axiom che ha studiato attentamente il gioco che sfrutta la realtà aumentata. La sua indagine conferma che il titolo ha perso la bellezza di 15 milioni di utenti nell'ultimo mese. Questo dato allarmante si deve anche collegare a due ulteriori indagini, condotte da Apptopia e Google, che mostrano l'inesorabile perdita d'interesse nel coinvolgimento di Pokémon GO e sulla realtà aumentata. Tranquillizzati gli investitori di società come Facebook, SnapChat e Twitter molto preoccupati che il notevole impatto di Pokémon Go dei primi mesi potesse allontanare l'interesse dai social.

Pokémon Go è già crisi? Persi 15 milioni di utenti. Le mode social
I motivi della "crisi" sono tanti, nonostante i continui aggiornamenti dell'azienda giapponese: il consumo eccessivo della batteria, la polemica sull’utilizzo dei dati personali da parte dell’app, la mancanza di rinnovamento nel gioco e l’inevitabile calo fisiologico di un’applicazione che aveva fatto impazzire mezzo mondo. Attenzione però a dare i Pokémon già per spacciati: è di ieri il video che ha fatto scalpore in Rete con quasi 2 milioni di visualizzazioni su Youtube e che registra una marea umana a Taipei (Taiwan),  che si è riversata in strada quando ha saputo che si poteva catturare uno Snorlax, una mobilitazione simile a quella vista un mese fa a Central Park, nel cuore di Ney York.


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]