Terremoto, per Fitch le assicurazioni reggeranno l'urto: "Danni sostenibili"

26 agosto 2016 ore 15:05, Americo Mascarucci
E adesso quanto dovranno sborsare le compagnie assicurative per risarcire i danni del terremoto che ha colpito l'Italia centrale?
Saranno in grado di far fronte ai costi? Reggeranno l'urto?
Notizie positive sul fronte assicurativo arrivano dall'agenzia di rating Fitch secondo la quale l'impatto economico "sarà probabilmente limitato". 
Secondo l'agenzia le perdite sotto assicurazione oscillerebbero fra 100 e 200 milioni di euro, soprattutto per ciò che riguarda le proprietà private.  
"Richieste di questa grandezza non avranno un impatto materiale sui risultati o i profili di credito delle compagnie assicurative italiane - fanno sapere da Fitch- Le assicurazioni danni hanno segnato 2,3 miliardi di premio lordo alle polizze sulle proprietà nel 2015. 

Terremoto, per Fitch le assicurazioni reggeranno l'urto: 'Danni sostenibili'
Le perdite per le compagnie assicurative stimate da Fitch sarebbero fra i 40 e gli 80 milioni di euro per le assicurazioni primarie e fra 60 e 120 per le riassicurazioni. 
Nel terremoto del 2009 l'esposizione assicurativa fu maggiore, causando perdite alle compagnie per 250 milioni. 
Però il Governo italiano ha dichiarato lo stato di emergenza nell'area colpita dal sisma, misura che inevitabilmente "implica che alcuni danni saranno coperti dai fondi statali per le emergenze, limitando i danni per gli assicuratori".
Per Fitch dunque all'atto pratico il costo sarà decisamente inferiore rispetto alle previsioni.
Eppure guardando le foto o le immagini delle case crollate e quindi completamente da ricostruire si fa fatica a credere che l'impatto possa essere poi effettivamente sostenibile. 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]