Terremoto Amatrice, Lecce "spegne" i fuochi per solidarietà

26 agosto 2016 ore 16:25, Americo Mascarucci
La Festa di Sant'Oronzo a Lecce si svolgerà quest'anno senza i tradizionali fuochi ma all'insegna della solidarietà con i terremotati del Lazio e delle Marche.
Lo hanno comunicato, sulle rispettive bacheche Facebook, sia il sindaco di Lecce che la polizia locale.“
"Sebbene si tratti di uno dei momenti più attesi dell’anno da parte dei cittadini leccesi - spiega il sindaco Paolo Perrone - abbiamo ritenuto più giusto il silenzio.  La somma destinata all'acquisto del materiale pirotecnico diverrà, in questo modo, un contributo alle popolazioni del Centro Italia, colpite dal devastante terremoto di due notti addietro". 
La condivisione social del messaggio del sindaco da parte di numerosissimi utenti sta a dimostrare come la scelta di privare la città dei tradizionali fuochi sia stata condivisa e gradita.

Terremoto Amatrice, Lecce 'spegne' i fuochi per solidarietà
Lecce dunque segue l’esempio de L’Aquila che ha annullato tutti gli eventi previsti per la Perdonanza Celestiana, l'evento storico che si svolge ogni anno e che coinvolge tutta la popolazione. Il Sindaco de L'Aquila Massimo Cialente ha messo a disposizione 250 alloggi del Progetto Case, costruiti dopo il sisma del 6 aprile 2009, per gli sfollati che potranno raggiungere da subito gli appartamenti. 
Anche a Campobasso sono stati sospesi in segno di lutto tutti gli spettacoli previsti dal cartellone estivo. 
In altri comuni le manifestazioni si sono svolte comunque, precedute però da momenti di silenzio e con devoluzione dei fondi ottenuti da lotterie e incassi vari ai terremotati.
Insomma, alla fine l'Italia, in un modo o in un altro sa essere un paese solidale. 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]