L'Europa è "malaria free", ma fa 400mila morti ancora. E le zanzare "mutano"

26 aprile 2016 ore 13:49, Adriano Scianca
Sembra incredibile che accada solo oggi, ma l'Europa è stata finalmente dichiarata zona “malaria free”. Lo ha fatto sapere l’Organizzazione Mondiale della Sanità in occasione del World Malaria Day, che si celebra il 25 aprile. Non ci sarebbero più casi autoctoni di malaria, quindi. Solo nel 1995 ce n'erano quasi 91mila. Sembra ancora più incredibile che questo morbo, che sembrerebbe legato ai racconti esotici sulle prime colonizzazioni e a un'immagine del Terzo Mondo stereotipata, mette ancora oggi a rischio nel mondo 3,2 miliardi di persone di cui 400mila ogni anno muoiono. Si stima che uccida un bambino ogni due minuti.

L'Europa è 'malaria free', ma fa 400mila morti ancora. E le zanzare 'mutano'
Ovviamente lo status di “malaria free” per l'Europa può essere messo a repentaglio in qualsiasi momento dalle gigantesche migrazioni d'uomini, che vengono spesso proprio dai paesi in cui la malattia non è ancora stata debellata. Il risultato, spiega l’Oms, è stato ottenuto con un controllo attento dei casi importati, una riduzione della popolazione delle zanzare portatrici e con la comunicazione alle persone ad alto rischio. Il prossimo luglio ad Ashgabat, in Turkmenistan, si terrà un meeting per l’elaborazione di un piano contro il rischio di reintroduzione della malattia. Duecento milioni di casi nel 2015. 

Secondo il rapporto dell’Oms, l’obiettivo di eliminare la malaria da almeno 35 Paesi entro il 2030 proclamato l’anno scorso è raggiungibile. Sono otto i Paesi fuori dall’Europa che nel 2014 hanno riportato zero casi, mentre altri otto ne hanno avuti meno di cento e 12 tra cento e mille. Nel 2015 sono stati riportati 214 milioni di nuovi casi in 95 Paesi. La sfida, comunque, non è facile, perché se la medicina lotta contro la malattia, la malattia lotta contro la medicina. Le zanzare portatrici sono più resistenti agli insetticidi, il virus viene combattuto a fatica dai medicinali in commercio. La battaglia, insomma, non è ancora stata vinta.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]