Dopo lo scudetto il calciomercato (non solo Cavani): chi parte e chi arriva alla Juve?

26 aprile 2016 ore 11:20, Andrea De Angelis
La squadra di Allegri quest'anno non solo ha meritato di vincere il titolo, ma lo ha fatto nel modo più incredibile. Partenza a dir poco sbagliata, con appena dodici punti conquistati in mezzo girone di andata. Poi la rabbia di Buffon che, dopo il ko esterno con il Sassuolo, rimproverò i suoi. Quei compagni con i quali aveva vinto quattro scudetti e che ora sembravano incapaci di chiudere almeno sul podio. Da lì è cambiato tutto, basti pensare che il capitano nel girone di ritorno ha dovuto raccogliere la palla in fondo alla rete solo tre volte (l'ultima due giorni fa, contro la Fiorentina). Il quinto scudetto consecutivo, che eguaglia il record di oltre otto decenni fa, è strameritato. Non sono stati gli arbitri, né la fortuna a consegnarlo agli Agnelli (nonostante Maradona la pensi diversamente). 

Così, archiviato il titolo definito da Buffon "il più bello di tutti", ora si pensa già alla prossima stagione. Proprio la Juventus è già la squadra più attiva sul mercato. Non solo per gli acquisti, ma anche per i partenti. I nomi più caldi sono quelli di sempre: Cavani e Pogba.
Lo ha detto il campionato: la Juventus cambia i giocatori, il Napoli praticamente ignora il turnover. La panchina lunga è uno dei segreti del successo e così in quel di Torino stanno giàpensando al prossimo anno, ancora con Allegri. Intoccabile il mister che ha regalato due scudetti a una squadra orfana di Conte, ma comunque vincente. La finale di Champions League dello scorso anno è un'altra impresa non dimenticata, così Marotta e Agnelli ripartiranno dal Massimiliano nazionale. Poi, però, non mancheranno le novità. Difficile trattenere Morata, impossibile non rafforzare la difesa che, Rugani a parte, ha un'età media ormai superiore ai trent'anni. Gli acciacchi di Chiellini e Barzagli impongono di intervenire. E davanti bisogna affiancare qualcuno ai giovani Dybala e Zaza. Senza dimenticare Mandzukic. 
Bocciato Hernanes (e forse anche Lemina), anche in mezzo qualche acquisto s'ha da fare. Così nella lista dei papabili nuovi bianconeri finisce un certo Pastore, uno che a Palermo ha incantato, prima di finire in Francia. Ora il suo arrivo a Torino è molto più di una suggestione. Pogba e Pastore, coadiuvati da Marchisio e Khedira. Roba da capogiro. Sempre che il francese rimanga, visto che le offerte non mancano di certo. Ma per portarlo via occorrono "tre cifre": davvero qualcuno offrirà 100 milioni per il centrocampista? A Torino aspettano.

Dopo lo scudetto il calciomercato (non solo Cavani): chi parte e chi arriva alla Juve?
In attacco il nome è quello di sempre: Cavani. Il fortissimo centravanti, che proprio a Napoli esplose ai tempi di Mazzarri, è il primo a non nascondere una sua possibile partenza a fine stagione. I soldi per prenderlo arriverebbero in buona parte dalla cessione di Morata. Con lui e Dybala i goal arriverebbero a grappoli. Dietro, invece, il sogno è Manolas. Ma è difficile che la Roma possa lasciare il greco alla rivale di sempre. Così se il giocatore è corteggiato dall'Arsenal, proprio dall'estero potrebbe arrivare il rinforzo. Si tratta di Benatia (ex Roma e Udinese) che andrebbe a completare un reparto ricco di "B": Buffon, Bonucci e Barzagli. A chiudere un "Abc" insormontabile Alex Sandro e Chiellini. Alfabeto a parte, c'è un'altra "B" sul taccuino di Marotta. Si tratta di Domenico Berardi. Il gioiello del Sassuolo, leader dell'Under 21, è stato già scelto. Così se non arrivasse Cavani ci sarebbe comunque l'erede di Cuadrado, il cui riscatto è tutt'altro che scontato

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]