900 soldati in Libia? La Difesa smentisce: "Notizia priva di qualsiasi fondamento"

26 aprile 2016 ore 11:42, Lucia Bigozzi
Tutto falso. Il governo italiano smentisce di aver dichiarato la disponibilità a inviare 900 soldati in Libia. La notizia era stata pubblicata stamani da alcuni quotidiani ma da Palazzo Chigi e dalla Farnesina è arrivato un secco no. 

900 soldati in Libia? La Difesa smentisce: 'Notizia priva di qualsiasi fondamento'
“Si tratta di una notizia destituita di ogni fondamento, come peraltro si poteva facilmente evincere dal punto stampa del Presidente del Consiglio Matteo Renzi al termine della riunione del Quint ieri a Hannover",
hanno commentato alcuni “addetti ai lavori” vicini agli ambienti di Palazzo Chigi. E ieri il premier, proprio da Hannover, ha detto che Italia, Germania, Francia e Gran Bretagna insieme agli Stati Uniti, è pronta a fornire “pieno sostegno” al governo di unità nazionale in Libia, ma dovrà essere l'esecutivo guidato da Fayez Seraj a chiederlo. Poi Renzi ha aggiunto: “Tutti insieme dobbiamo fare di tutto perché lo sforzo del governo libico abbia successo, tutte le iniziative che si vorranno prendere di sostegno e di supporto dovranno essere richieste dal governo Seraj medesimo”. 

Infine dopo il vertice, Renzi ha spiegato che le richieste arrivate dal nuovo governo libico sul fronte della sicurezza interna non riguardano i siti gestiti dall’Eni. Alla smentita del governo italiano, è seguita a stretto giro quella dello Stato Maggiore della Difesa che ha smentito quanto pubblicato su un quotidiano, relativamente alla disponibilità italiana all’invio di un quantitativo di militari per una missione in Libia a sostegno del governo locale. Nella nota diramata dallo Stato Maggiore della Difesa, si parla di “notizia priva di qualsiasi fondamento”. 



autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]