Nuova "sentinella" nello Spazio indaga la Terra. Dopo lancio attese le immagini - VIDEO

26 aprile 2016 ore 11:50, Andrea De Angelis
Il satellite Sentinel 1B, la nuova sentinella del pianeta che fa parte del programma Copernicus, promosso da Agenzia Spaziale Europea (Esa) e Commissione Europea, è stato finalmente lanciato nello spazio. 

Erano infatti stati ben tre i tentativi falliti nei giorni scorsi, dovuti al maltempo e a un problema tecnico. Il lancio è avvenuto dalla base di Kourou (Guyana Francese) con un razzo Soyuz.
Nel programma Copernicus l'Italia riveste un ruolo importante con Agenzia Spaziale Italiana (Asi) e industria. Come riporta l'Ansa, yutti i satelliti della serie Sentinel 1 sono infatti progettati e integrati dalla Thales Alenia Space (Finmeccanica 33%, Thales 67%), i dati sono gestiti dal centro dell'Esa a Frascati (Esrin) e ricevuti dal Centro Spaziale di Matera, una delle tre stazioni del segmento di Terra, gestito dalla società e-Geos (Finmeccanica-Telespazio 80%, Asi 20%).


 


Finiti i festeggiamenti per il successo del lancio cosa accadrà? Grazie al radar con cui è equipaggiato, Sentinel 1B potrà osservare la Terra anche di notte e attraverso le nubi. Lavorerà in tandem con il suo gemello Sentinel 1A, lanciato nel 2014, rendendo ancora più capillare la raccolta dei dati ed estendendo il numero e il tipo delle possibili applicazioni. 
In orbita da due anni, SentineI 1A ha già trasmesso una grande mole di dati per il monitoraggio ambientale e la risposta alle calamità naturali. Ma rispetto al suo predecessore, Sentinel 1B migliorerà il tempo dall’orbita, riducendolo da 12 a 6 giorni, e proprio lavorando “in coppia” con l’altro satellite potrà localizzare più rapidamente le variazioni geo-climatiche delle aree osservate. Fornirà agli utenti immagini continue, giorno e notte, in tutte le condizioni meteorologiche. Darà un contributo importante nel controllo di foreste, montagne, vulcani e città, sull’inquinamento marino, e controllando i ghiacciai.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]