Buonanno (Lega): "Renzi è un moderno Mussolini! Ieri gli ho regalato un gufo vestito da mago..."

26 febbraio 2014 ore 18:14, Andrea De Angelis
Buonanno (Lega): 'Renzi è un moderno Mussolini! Ieri gli ho regalato un gufo vestito da mago...'
«A Renzi ieri ho donato un gufo vestito da mago». Così Gianluca Buonanno svela a IntelligoNews l’entità dell’oggetto che teneva in mano durante l’intervento di ieri alla Camera sulla fiducia al Governo. Il motivo è duplice: «Tutti, soprattutto dalla parte del Pd, gufano su Renzi, il quale, se riuscisse a fare almeno un decimo delle cose che ha detto, sarebbe un mago». Per il deputato della Lega Nord il neo Presidente del Consiglio somiglia a un moderno Mussolini: «Vive molto d’immagine, si fa vedere in bici, con la macchinina, in mezzo ai bambini a scuola, come Mussolini quando tagliava il grano e andava alla Fiat». Poi la proposta rivoluzionaria sull’Imu…   Ieri nel suo intervento alla Camera stava mostrando un oggetto al Presidente del Consiglio, ma poi è stato interrotto avendo terminato il tempo a disposizione… «Si, cosa che poi ho regalato personalmente a Renzi. Gli ho donato un gufo vestito da mago. Gufo perché tutti gufano, soprattutto dalla parte del Pd, su Renzi, che per primo ha gufato, e poi mago perché se di tutto quello che dice facesse anche solo un decimo, sarebbe già un mago!».
Buonanno (Lega): 'Renzi è un moderno Mussolini! Ieri gli ho regalato un gufo vestito da mago...'
Buonanno (Lega): 'Renzi è un moderno Mussolini! Ieri gli ho regalato un gufo vestito da mago...'
La comunicazione di Renzi, parlando solo di forma e non di contenuto, le piace?
«Certamente è capace di parlare in modo normale, quindi è già una questione rivoluzionaria. Sembra uno come noi, perché anche io ho fatto l’amministratore per vent’anni». Anche Laura Puppato sulle nostre pagine ha parlato dell’importanza di avere avuto esperienze politiche sul territorio… «L’ho sempre detto, anzi ho proposto più volte in Aula una rivoluzione: chi non ha fatto l’amministratore locale lavorando sul territorio, non può essere deputato o senatore». Per Renzi, se vogliamo, c’è il problema opposto… «Lui è arrivato a Palazzo Chigi grazie a una manovra del Pd, questa è una palla al piede che ha. Se porterà a casa qualche risultato, però, la gente potrebbe anche perdonarlo». Sullo ius soli, Renzi ha raccontato storie di bambini chiedendo, di fatto, un compromesso a tutte le forze politiche. Come si porrà la Lega? «Renzi mi sembra un Mussolini moderno: vive molto d’immagine, si fa vedere in bici, con la macchinina, in mezzo ai bambini a scuola, come Mussolini quando tagliava il grano e andava alla Fiat. Il paradosso è che lo fa in un partito che è di sinistra. Sulla questione dello ius soli oggi si devono avere diciotto anni per ottenere la cittadinanza, e se ritiene questo il problema numero uno ha sbagliato indirizzo...». E se fosse il problema numero dieci voi comunque non vi mettereste al tavolo? Il vostro atteggiamento è, per intenderci, alla Beppe Grillo? «Se uno fa come Grillo, che comunque ha detto molte cose che tanti pensano, alla fine passa dalla parte del torto, perché bisogna sentire cosa dice l’altro. Noi come Lega sentiremo la proposta e poi daremo una risposta. Ci sono però altri problemi seri in Italia…». Ad esempio? «Basti pensare agli esodati che ha creato il Pd, o alle banche. Ieri ho fatto una proposta: l’Imu sulle case con i mutui deve essere pagata dalle banche, perché sono ancora loro le proprietarie! Almeno proporzionalmente a quello che la persona fisica deve ancora pagare. Un’altra emergenza assoluta è ripristinare i fondi per le grandi disabilità: mi fa specie che la sinistra su questo faccia finta di niente…».
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]