Ebola "fuori controllo". L'Oms, dopo Medici senza Frontiere, lancia l'allarme

26 giugno 2014 ore 17:35, Marta Moriconi
Ebola 'fuori controllo'. L'Oms, dopo Medici senza Frontiere, lancia l'allarme
L'OMS in una nota ha lanciato l'allarme Ebola
spiegando che sono state prese delle misure necessarie dal "numero di decessi e casi di febbre emorragica" in continuo aumento in Guinea, Liberia e Sierra Leone.
L'Organizzazione si dice "vivamente preoccupata" per l'estendersi di questa terrificante malattia, per questo si incontrerà  i primi di luglio con i Ministri della sanità di undici Paesi.
"Non si tratta più di un'epidemia limitata ad un Paese specifico, ma di una crisi sotto-regionale che richiede un'azione decisa da parte dei governi e dei partner internazionali" ha spiegato l'OMS.
Ora più che mai c'è bisogno di cooperazione fra i vari Paesi coinvolti e la condivisione dei dati clinici.
Ma già due mesi fa, Medici senza Frontiere, aveva parlato di situazione ingestibile."L’epidemia è fuori controllo” aveva dichiarato il Dott. Bart Janssens, Direttore delle operazioni per MSF. “Con la comparsa di nuovi focolai in Guinea, Sierra Leone e Liberia c’è il reale rischio che l’epidemia si diffonda in altre aree.”E Saverio Bellizzi, epidemiologo MSF rientrato dalla Guinea aveva aggiunto: “Quando ho lasciato la Guinea un mese fa pensavamo di aver già raggiunto il picco. In realtà siamo arrivati a più di 500 casi confermati e più di 300 vittime. La situazione epidemica non ha precedenti” ha detto  “In alcune zone del paese siamo riusciti a contenere l’epidemia, ma in altre abbiamo ancora un tasso di mortalità dell’80%. Una cosa è sicura: l’epidemia andrà ancora avanti per alcuni mesi". 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]