Investito davanti alla discoteca ma non per errore, la pista porta alla lite

26 luglio 2016 ore 11:05, Lucia Bigozzi
Non ce l’ha fatta: è morto la notte scorsa dopo aver combattuto per dieci giorni con le ferite riportate in un tragico incidente alle porte di Catania. Carmelo Platania, aveva 35 anni e lo scorso 7 luglio mentre si trovava con un amico, era stato investito da un’auto con alla guida un 24 enne. Il tragico impatto si era verificato intorno all’alba, poco dopo le tre del mattino. Dalla ricostruzione degli inquirenti, pare che i due giovani e il conducente della vettura poco prima avrebbero avuto una discussione in un locale di Aci Castello . Il 24enne, che subito dopo il fatto era stato fermato da carabinieri della compagnia di Acireale, ora è indagato dalla Procura di Catania con l’accusa di omicidio volontario, simulazione di reato ed incendio doloso. 

Investito davanti alla discoteca ma non per errore, la pista porta alla lite
Sarebbe stato lui, sempre secondo le indagini dei militari dell’Arma, a travolgere con la propria vettura i due giovani che stavano attraversando le strisce pedonali al termine della serata trascorsa nel locale.
Non solo, ma sempre secondo quanto emerso dagli accertamenti, avrebbe incendiato la sua macchina per poi denunciarne il furto. Il 35enne nell’impatto era stato trascinato sotto la vettura per circa 500 metri. Era ricoverato da quella maledetta sera all’ospedale Cannizzaro di Catania. I carabinieri hanno ricostruito tutta la terribile vicenda anche grazie alla raccolta di numerose testimonianze e attraverso le immagini di telecamere di sorveglianza collocate nella zona. 

autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]