Microsoft aggiorna Windows 10 Mobile (contro la "maledizione" smartphone e tagli)

26 maggio 2016 ore 13:01, Lucia Bigozzi
Tempi duri per i lavoratori Microsoft, ex Nokia, che vivono in Finlandia. Il colosso di Redmont che giusto due anni fa, aveva acquisito proprio la Nokia, sta portando avanti una strategia per ottimizzare le rendere più redditizie le attività legate alla telefonia mobile, specialmente dopo l’operazione Nokia siglata nel 2014 e costata quasi 8 miliardi di dollari. Proprio in Finlandia, Microsoft avrebbe deciso di applicare una sforbiciata e si parla di 1850 posti di lavoro a rischio.  Come riporta il Sole 24 Ore, la settimana scorsa Microsoft, ha comunicato la vendita delle attività legate ai telefoni low end a Fih Mobile e Hmd Global per 350 milioni di dollari, l'estate scorsa aveva riportato oneri per 7,6 miliardi di dollari legati agli asset mobile e aveva lasciato a casa 7.800 persone delle divisioni che se ne occupano. Quando nel 2014 la società di Redmond acquisì Nokia, la spesa complessiva fu di 9,4 miliardi di dollari. Dei complessivi 1.850 posti a rischio tagli, ben 1350 sono considerati “esuberi” in Finlandia. 

Una decisione che pare legata alle difficoltà di penetrazione nel settore e nel mercato della telefonia mobile dove la concorrenza è quanto mai agguerrita. In sostanza, il punto col quale Microsoft sta facendo i conti, è che nonostante l’acquisizione di Nokia, le vendite non sono mai decollate fino in fondo, o almeno secondo le aspettative del colosso di Redmond. Anche perché dopo l’ingresso di Nokia in Microsoft sono confluiti qualcosa come 25mila lavoratori e se le vendite non tirano, l’azienda deve rivedere le proprie strategie. Va anche ricordato che l’anno scorso, il colosso fondato da Bill Gates ha già tagliato 7.800 posti di lavoro su un totale di circa 110 mila dipendenti.

L’altro aspetto della strategia Microsoft riguarderebbe un graduale smarcamento dal mercato smartphone consumer per poi  calibrare e concentrare il proprio impegno sull’hardware dove Windows 10 Mobile punta il proprio successo. In pratica se Microsoft si smarcherà dalla produzione di smartphone per il mercato consumer, Windows 10 Mobile non cesserà di esistere, quindi la piattaforma resterà a disposizione di chi vorrà produrre smartphone per il mercato dei consumatori. Per quanto riguarda l’harware Microsoft continuerà a produrlo. Secondo le informazioni che girano nel web, forse la gamma Lumia si trasformerà e potrebbero nascere amartphone a marchio Surface. In pratica, si tratta del “Surface Phone”  che dovrebbe sbarcare sul mercato il prossimo anno potrebbe e se questo accadrà, potrebbe essere il primo di una nuova linea. 
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]