Troppa pizza, alcol e fumo: i gusti disordinati degli studenti universitari (senza mammà)

26 maggio 2016 ore 15:24, Americo Mascarucci
Gli studenti universitari fuori sede mangiano in prevalenza cibi d’asporto e bevono alcol.
Lo riferiscono  i dati della indagine condotta sulle abitudini alimentari di un campione di 256 studenti fuori sede tra i 19 e i 27 anni dell'Università Cattolica del Sacro Cuore e dell'Università degli Studi di Pavia. 
L’indagine rivela che quasi il 10% degli intervistati salta il pasto più importante della giornata, la colazione e quelli che invece la fanno evitano gli alimenti più salutari come yogurt (23%), cereali (quasi il 31%) e succhi di frutta (30%). 
Oltre il 60% del campione ricorre al take away almeno una volta la settimana e pizza e kebab sono gli alimenti più ordinati. Il 74% non rinuncia all' happy hour con gli amici, almeno una volta la settimana (51%).
A pranzo, il 73 per cento dei fuori sede preferisce prepararsi a casa il contenitore con insalata mista o pasta fredda, anche se non mancano le contaminazioni della cultura alimentare della regione d’origine. La metà degli studenti sfrutterebbe quanto arriva da casa almeno una volta al mese. Ma è soprattutto la sera che ci si lascia andare ad atteggiamenti sbagliati. Sempre secondo l’indagine, lo studente in trasferta rinuncerebbe a cucinare. buttandosi sui cibi d'asporto:
Più del 70% beve, inoltre, alcol nel weekend e quasi il 35% lo fa anche in settimana, sia durante sia dopo i pasti. I fumatori sono pochi (29%), ma assidui: i più accaniti confessano di superare senza difficoltà le 5 sigarette al giorno. 
Troppa pizza, alcol e fumo: i gusti disordinati degli studenti universitari (senza mammà)
Un pericolo deriva poi dall'eliminazione di alcuni alimenti, tra cui pesce (1 su 5 ha smesso di mangiarne), carne e latticini: quattro studenti su dieci confessano che lo fanno per motivi economici e che quando fanno la spesa al supermercato prediligono sempre i prodotti in offerta. 
Il 16 per cento degli studenti dice di essere allergico a qualcosa, ma la maggior parte non ha mai fatto test allergologici. 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]