Andreas Lubitz, il co-pilota tedesco che "voleva distruggere l'aereo": LA FOTO

26 marzo 2015, intelligo
Il co-pilota «ha azionato il bottone che comanda la perdita di quota» e l’aereo in «otto minuti» è passato da circa 12mila a duemila metri di altitudine. 

Andreas Lubitz, il co-pilota tedesco che 'voleva distruggere l'aereo': LA FOTO
Lo ha detto Brice Robin, procuratore che si occupa dello schianto aereo dell’Airbus A320 della Germanwings, caduto martedì sulle Alpi francesi, nel corso di una conferenza stampa a Marsiglia. 

Spunta e si rafforza dunque l’ipotesi del suicidio del co-pilota, Andreas Lubitz, tedesco di 28 anni, originario di Montabur, nella Renania-Palatinato.
«Per i dati che ho oggi il co-pilota, attraverso una astensione volontaria, ha rifiutato di aprire la porta della cabina al comandante», ha ripetuto il procuratore, aggiungendo di aver informato le famiglie delle vittime. 

Il co-pilota era vivo fino allo schianto: Brice ha parlato di "gesto volontario", aggiungendo che il respiro del co-pilota è registrato nella scatola nera fini al momento dell'impatto, il che significa che si è deliberatamente rifiutato di aprire al comandante rimasto fuori.


autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]