Fabbri (LN): "Sabato Salvini dalla Le Pen come con Putin"

26 novembre 2014 ore 12:05, Andrea De Angelis
Archiviato lo storico risultato ottenuto in Emilia Romagna con una percentuale vicina ai 20 punti, la Lega Nord targata Matteo Salvini si appresta a mostrare sempre più il suo volto nazionale e internazionale. Se da un lato Berlusconi definisce "goleador" Salvini, dall'altro lo stesso segretario leghista si prepara ad intervenire sabato al congresso del Front National, a Lione. IntelligoNews ne ha parlato con Alan Fabbri, consigliere regionale emiliano già candidato alla presidenza della Regione...  
Fabbri (LN): 'Sabato Salvini dalla Le Pen come con Putin'
  Berlusconi ieri ha detto che Salvini è sì un goleador, ma lui resta il regista. Ragionando sulla leadership del centrodestra, è possibile pensare alla vecchia alleanza Bossi-Berlusconi riproposta con volti e soprattutto pesi specifici diversi? «Credo che i risultati dell'Emilia Romagna parlino chiaro su quella che è la prospettiva della Lega rispetto all'andamento di Forza Italia. Ritengo che Matteo Salvini stia facendo un ottimo lavoro e che sia un filtro di comunicazione tra quello che è il pensiero della Lega Nord e le esigenze delle persone, dei cittadini italiani».  La Lega non sarebbe più una forza che contribuisce a far vincere il centrodestra, ma la forza del centrodestra? «La Lega si pone come un soggetto politico moderno. Il progetto lo illustrerà bene Matteo Salvini a tempo debito».  Un esempio? «Già il 15 dicembre Salvini presenterà il nuovo progetto di fiscalità a Milano con la flat tax, quindi sull'aliquota fiscale unica. Credo che attrarrà molto consenso anche dal ceto medio e moderato».  Tornando al Berlusconi regista e al Salvini goleador, quali altri ruoli restano disponibili e per chi? Pensiamo ad un politico come Alfano, leader di un partito della stessa area... «La politica di Alfano non sta pagando. Siamo lontani anni luce sul tema dell'immigrazione e il dato dell'Emilia Romagna, dove non sono riusciti ad eleggere neanche un consigliere, denota il fatto che l'elettorato è lontano dal Nuovo Centrodestra ».  Sabato prossimo, a Lione, Salvini interverrà al congresso del Front National. Ha un consiglio da dare al suo segretario? Che significato assume questa vicinanza con Le Pen? «Matteo (Salvini, ndr) saprà cosa dire. L'avvicinamento a Le Pen sul tema europeo credo che dia molta credibilità all'azione politica del mio partito, anche a livello internazionale. Salvini si propone come leader italiano, come è stato già in Russia nell'incontro con Putin». 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]