Rai e Airc insieme per battere il cancro. La testimonianza di Carlo Conti

26 ottobre 2016 ore 20:52, Andrea Barcariol
Saranno Pippo Baudo, Antonella Clerici e Carlo Conti, gli ambasciatori Airc per I Giorni della Ricerca, la campagna di informazione e raccolta fondi che vede impegnate Rai e Airc dal 31 ottobre al 6 novembre. A 360 gradi il coinvolgimento delle reti di Stato con 'incursioni' dei ricercatori, testimonial e pazienti in tanti programmi, dalla Prova del Cuoco a La vita in diretta, da Agorà a L'eredità. Tra i testimonial dell'iniziativa il campione di scherma Paolo Pizzo che ha sconfitto un tumore cerebrale a 14 anni; la ricercatrice Paola Guglielmelli che ogni giorno cerca una cura per il cancro; la volontaria Francesca Sara che mette a disposizione il suo tempo per raccogliere fondi. Un'iniziativa che orma va avanti da anni con la collaborazione tra Rai e Airc per un totale di 92 milioni di euro raccolti (l’anno scorso 6 milioni e mezzo).

Rai e Airc insieme per battere il cancro. La testimonianza di Carlo Conti
Venivano a parlare nelle mie trasmissioni – sottolinea Carlo Conti durante la conferenza stampa nella sede Rai -. Il cancro l’ho conosciuto presto, il mio babbo è morto per un tumore ai polmoni, quello che non si osava nominare ed identificare come ‘il male incurabile’. Avevo 18 mesi. È bello sapere che in questi venti anni 0,85 centesimi per ogni euro raccolto va interamente alla ricerca”.
Il 5 novembre in oltre 900 piazze italiane sarà possibile sostenere la causa con i “cioccolatini” della Ricerca. Si stima che in Italia quest’anno siano state colpite dal cancro circa 1.000 persone al giorno, con una percentuale di guarigione intorno al 50%.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]