L'Italia trema ancora: magnitudo 5.4, epicentro nel Maceratese. Crolli

26 ottobre 2016 ore 23:24, Andrea Barcariol
L'Italia trema ancora. Dopo le scosse dei giorni scorsi in Umbria e Toscana (ieri magnitudine 3.9 con epicentro a Castelfiorentino, vicino Firenze) alle 19.11 una nuove, forte scossa di terremoto è stata avvertita in tutta l'Italia centrale. La scossa è stata avvertita poco fa in tutte le Marche, dalle zone terremotate dell'Ascolano ad Ancona, a Fabriano e Pesaro. Molte persone sono uscite di casa spaventate, migliaia le chiamate ai vigili del fuoco. Panico anche a Roma dove la scossa è stata avvertita in maniera molto forte. Non ci sono ancora notizie su possibili danni e feriti.
"L’epicentro è nella provincia di Macerata, precisamente nella Val Nerina, nella zona compresa tra Perugia e Macerata. Il centro più vicino è Castel Sant’Angelo sul Nera". Lo ha reso noto l’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia, secondo cui la magnitudo del sisma è di 5.4 gradi.

L'Italia trema ancora: magnitudo 5.4, epicentro nel Maceratese. Crolli
Secondo Alessandro Amato, sismologo dell'Ingv, il terremoto di magnitudo 5.4 è collegato a quello avvenuto il 24 agosto nella zona di Amatrice. Dopo la forte scossa ce ne sono state altre due di magnitudo 2.6 e 2.5
Nella zona Castelsantangelo sul Nera, Visso, Ussita e Preci i comuni più vicini all'epicentro
del terremoto che ha interessato la provincia di Macerata sono saltate le linee elettriche.
Nuovi crolli anche nella zona di Amatrice e Arquata del Tronto, interessate dal drammatico terremoto del 23 agosto. Sono in corso degli accertamenti della Protezione Civile. Per ora è stato deciso di chiudere la via Salaria.
L'Italia trema ancora: magnitudo 5.4, epicentro nel Maceratese. Crolli
"Ci sono crolli siamo senza luce" - ha spiegato il sindaco di Castelsantangelo sul Nera, mentre il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi, raggiunto al telefono dall'Ansa ha detto: "Ci sono crolli ma di edifici già lesionati, non dovrebbero esserci feriti. Certo si risveglia la paura, pesa questa nuova scossa". Il sindaco di Arquata invece ha sottolineato la forza della scossa: "Ci è sembrata più forte di quella del 24 agosto. Stanotte non dormiremo".
Il Cnr ha parlato di una possibile nuova faglia e non di scosse di assestamento. I consigli della Croce Rossa


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]