Android sott'inchiesta dell'Antitrust: ecco cosa non va

26 settembre 2015, Orietta Giorgio

Android sott'inchiesta dell'Antitrust: ecco cosa non va
Ennesimo scossone. Google di nuovo sotto inchiesta: l’Antitrust Usa starebbe indagando sul sistema Android.  Il motivo? Google è accusato di sfavorire l'accesso al proprio sistema operativo ai concorrenti a favore dei propri prodotti. E non si tratta della prima volta.


L’antitrust, in Europa, aveva formalizzato l’accusa di abuso di posizione dominante, contestando all’azienda californiana di aver abusato della propria posizione nel mercato della ricerca su internet. Mentre l’esecutivo Ue aveva anche aperto un’indagine formale sul sistema Android sempre per lo stesso motivo: Google favorirebbe l’accesso ai propri servizi a discapito di quelli proposti dai concorrenti.


Google, in un blogpost firmato da Kent Walker, Senior Vice President e General Counsel della compagnia, risponde allo statement of objection che la Commissione europea ha recapitato a Mountain View in merito a un presunto abuso di posizione:

“Abbiamo sempre lavorato per migliorare i nostri servizi e creare nuove modalità con le quali fornire risposte più accurate e mostrare annunci più utili. Crediamo che le conclusioni preliminari espresse dalla Commissione europea siano errate da un punto di vista fattuale, giuridico ed economico, e che il nostro lavoro aumenta le possibilità di scelta per i consumatori e crea opportunità per le aziende di tutte le dimensioni”.


Il sistema operativo Android di Google copre il 59,3% del mercato americano degli smartphone, mentre iOs, il software della Apple si attesta attorno al 38 (dati secondo quadrimestre 2015, fonte Idc).

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]