Loris, oggi in Aula le tre verità di Veronica

26 settembre 2016 ore 11:26, Lucia Bigozzi
Delitto Loris Stival: oggi è il giorno di Veronica Panarello. La madre del piccolo trovato ucciso e accusata di omicidio premeditato e occultamento di cadavere, è comparsa in Tribunale, a Ragusa, davanti al Gup (il giudice per l’udienza preliminare) per fare dichiarazioni spontanee. La donna continua a proclamare la propria innocenza e a puntare il dito contro il suocero. Lo rilancia l’avvocato della Panarello, Francesco Villardita che descrive così la sua assistita: “Agguerrita, ma serena. Ma soprattutto sicura di sé. E ribadirà la sua verità: è stato uso suocero Andrea Stival a uccidere Loris, che voleva svelare lo loro relazione”. Il penalista ha poi aggiunto che la donna parlerà al giudice e tuttavia non ci saranno “cambiamenti di rotta, né colpi di scena” e sottolineato che Veronica Panarello “sta bene, anche perché si è liberata di un grande peso che per paura aveva tenuto nascosto da tempo”. 

Loris, oggi in Aula le tre verità di Veronica
La madre del piccolo Loris in queste ore sta raccontando la sua verità al giudice per l’udienza preliminare e in particolare - secondo quanto riferito dall’avvocato Villardita che la segue
– quello che è successo il 28 novembre del 2014 nella sua abitazione, a Santa Croce Camerina. Ma c’è un passaggio – anche mediatico – che precede l’udienza in tribunale, iniziata attorno alle 10. A Mattino Cinque, invia un biglietto che lei stessa ha scritto, anticipando in un certo senso quello che più tardi è intenzionata a ripetere al giudice dell’udienza preliminare. “Io e mio suocero siamo stati amanti” e fa capire di essere in grado di dimostrarlo; anche perché nella breve lettera inviata alla trasmissione mattutina di Mediaset, Veronica Panarello dice che ora ha “ricordato tutto” ed è pronta a spiegare ogni passaggio di quanto accaduto. Non solo: la donna annuncia anche rivelazioni “importanti” sul movente del delitto del piccolo Loris e sull’arma usata per uccidere. Infine, nel biglietto indirizzato a Mattino Cinque, spiega di aver trovato dentro di sé il coraggio e di essere intenzionata ad andare fino in fondo perché “dopo esser stata da Loris, ho trovato la forza per dire tutto”.
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]