Calderoli e la macumba: peggio dell'orango? I TWEET

27 agosto 2014 ore 12:28, Micaela Del Monte
"Sei volte in sala operatoria, due in rianimazione, una in terapia intensiva. È morta mia mamma. E, nell’ultimo incidente, mi sono rotto due vertebre e due dita. E adesso, un serpente di due metri in cucina. A me sembra un po’ troppo... Forse è il caso di mandare un messaggio distensivo a papà Kyenge per chiedergli la revoca del rituale che mi fece". 
Calderoli e la macumba: peggio dell'orango? I TWEET
Così Roberto Calderoli, dalle pagine di Oggi, torna sulla serie di incidenti subiti e che, secondo il vicepresidente leghista del Senato, hanno una precisa origine: una macumba.  L’esponente leghista è convinto che il padre di Cecile Kyenge (ex ministro dell’Integrazione di origine congolese del governo di Enrico Letta), dal Congo, gli abbia scagliato contro una maledizione per proteggere la figlia dai suoi attacchi. Calderoli infatti ha fatto riferimento al “cerimoniale” con cui Clement Kyenge e gli altri abitanti del villaggio del Katanga (Congo), hanno pregato per “scacciare lo spirito che ha spinto Calderoli a ingiuriare”.
Calderoli e la macumba: peggio dell'orango? I TWEET
Nel luglio 2013, infatti, dalla Festa della Lega a Treviglio, il vicepresidente di Palazzo Madama disse: “Quando vedo la Kyenge non posso non pensare ad un orango.  Il leghista in seguito chiese scusa all’allora ministro, ma evidentemente per Calderoli le scuse non sono bastate. Ma cosa ne pensa la rete dei "deliri" del leghista?                          
caricamento in corso...
caricamento in corso...