Controesodo, le strade da "bollino rosso". Code sull'A23

27 agosto 2016 ore 18:00, Andrea Barcariol
Per tanti italiani sono le ultime ore di vacanze, prima del ritorno a casa. Per questo sarà un altro weekend di controesodo "da bollino rosso" secondo l'Anas. A rischio traffico soprattutto lungo le dorsali adriatica, tirrenica e jonica e anche ai confini di stato con Francia, Svizzera, Austria e Slovenia. Nel centro Italia, resta ancora chiusa per i danni provocati dal sisma la strada statale 685 "delle Tre Valli Umbre" - ad esclusione dei mezzi di soccorso - tra Serravalle e Borgo Cerreto (Perugia) e tra il bivio per Castelluccio di Norcia (Perugia) e Arquata del Tronto (Ascoli Piceno). Sempre relativamente alle zone colpite dal terremoto, Anas raccomanda di non percorrere la strada statale 4 "Via Salaria" se non strettamente necessario, al fine di agevolare il transito dei mezzi di soccorso da e verso Amatrice. Su questa strada resta comunque vietato il transito ai mezzi pesanti tra Antrodoco (Rieti) e Arquata del Tronto.
Tante le possibili strade da bollino rosso: in Lombardia la statale 36 "del Lago di Como e dello Spluga", in Piemonte la statale 20 "del Colle di Tenda", in Veneto ed Emilia Romagna la strada statale 309 "Romea". Al centro-sud, il traffico sarà più intenso sulla strada statale 16 "Adriatica" dalla Puglia alle Marche, sull'intero itinerario E45 che collega Adriatico e Tirreno, in Toscana e nel Lazio sull'Aurelia, in Campania sull'Appia, sulla strada statale 18 "Tirrena Inferiore", sull'autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria, sulla dorsale "Jonica" e, infine, in Sicilia sulla statale 113 "Settentrionale Sicula", sull'autostrada A29 "Palermo-Mazara del Vallo" e sulla tangenziale di Catania.

Controesodo, le strade da 'bollino rosso'. Code sull'A23
Attualemente lunghe code e rallentamenti stanno interessando la A23, in particolare nel tratto Udine Nord-nodo di Palmanova. L’intenso flusso di veicoli che già da ieri aveva caratterizzato il traffico in autostrada, stamani è aumentato costantemente trasformandosi prima in rallentamenti e poi in code.
Il traffico sarà particolarmente intenso anche domenica per il ritorno dei vacanzieri di breve percorrenza intorno alle grandi città, soprattutto nelle ore serali. Il divieto di transito dei mezzi pesanti sarà in vigore sia sabato 27 agosto, dalle 8 alle 16, sia domenica 28 agosto, dalle 7 alle 22. Si raccomanda attenzione nella prima mattinata di lunedì 29 agosto per l’incremento di traffico dovuto al ritorno in strada dei camion.
Anas garantisce, attraverso un monitoraggio 24 ore su 24 del traffico sulla rete stradale nazionale, l’impiego di circa 1.100 automezzi, 1.830 telecamere, 320 pannelli a messaggio variabile e 2.500 addetti su tutto il territorio, la sorveglianza, il pronto intervento, il coordinamento tecnico, l’infomobilità e la comunicazione ai clienti.  

 



caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]