Torna Stranger Things e dai "Goonies" vira su "Indiana Jones"

27 agosto 2016 ore 18:00, Andrea Barcariol
E' stata la serie tv rivelazione dell'anno. Per questo è già in cantiere la seconda stagione di Stranger Things. I creatori Matt e Ross Duffer si sono espressi sulle possibili linee narrative, incluso il destino di Barb (morta nella prima stagione) che potrà incidere molto sul corso degli eventi. In un'intervista rilasciata a IGN, i due fratelli hanno raccontato in che anno vorrebbero si svolgessero gli eventi: "Il 1984 è stato un anno grandioso, specialmente per i film arrivati nei cinema in quell'estate. E' stato un anno fantastico per la cultura pop... quindi stiamo cercando, e speriamo di riuscirci, di catturare un po' la magia di quei film. Qualcosa come Indiana Jones e il tempio maledetto che diventa un po' più dark e strano rispetto a I predatori dell'arca perduta... Ha sconvolto un po' di ragazzini e amo quell'aspetto di un film, che traumatizza davvero alcuni bambini. Senza dire che vogliamo traumatizzare i ragazzi, possiamo anticipare che speriamo solo di essere più oscuri e strani".

Torna Stranger Things e dai 'Goonies' vira su 'Indiana Jones'
La prima serie, ambientata negli anni ’80, è stata girata ad Hawkins, nello stato dell'Indiana, e racconta la ricerca di un ragazzino che svanisce nel nulla e in circostanze altamente sospette. La madre apre un'inchiesta sulla sua scomparsa con le autorità locali, che si dipana in una serie di misteri che coinvolgono esperimenti governativi top-secret, terrificanti forze soprannaturali e una bambina molto strana. La serie si compone di 8 episodi della durata di un’ora ciascuno e si apre con la scomparsa del ragazzo. I ragazzini protagonisti della vicenda ricordano i Goonies (il cult del 1985 firmato da Steven Spielberg, Chris Columbus e Richard Donner) e il genere horror cui si ispira assomiglia a un retaggio degli anni cinquanta. Nel cast Winona Ryder, David Harbour, Finn Wolfhard, Millie Brown, Gaten Matarazzo, Caleb McLaughlin, Noah Schnapp, Natalia Dyer, Charlie Heaton e Matthew Modine.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]