Alle urne non c'é Berlusconi: il simbolo di Forza Italia perde il suo leader

27 aprile 2015, Andrea De Angelis
La notizia era per certi versi prevedibile, ma fa comunque un certo effetto. Un partito personalistico quale Forza Italia che decide di rinunciare al nome del suo leader e fondatore crea comunque scalpore. Specie se si leggono le motivazioni ufficiali e quelle che invece girano nei corridoi nella politica.

Alle urne non c'é Berlusconi: il simbolo di Forza Italia perde il suo leader
La scelta di non inserire il nome di Berlusconi nel simbolo di Forza Italia per le Regionali del prossimo mese deriverebbe infatti dall'attesa della "piena riabilitazione" dell'ex premier.  

La decisione è stata presa già una settimana fa ed alla fine sarebbe stato proprio l’ex cavaliere a scegliere di non mettere per ora la faccia sulle schede, in attesa della piena riabilitazione politica, che secondo lui, dopo aver scontato ai servizi sociali la pena per la condanna Mediaset, arriverà con una sentenza della Corte europea dei diritti umani.

In realtà dietro questa decisione ci sarebbe la consapevolezza di un possibile risultato negativo alle urne. Possibilità di vittoria ci sono solo in Veneto, Liguria e Campania e forse in Puglia. 

A pesare sono soprattutto le divisioni del centrodestra, dalla Puglia appunto fino alla Toscana dove Fratelli d'Italia va verso la convergenza con la Lega Nord su Claudio Borghi.

Per chiudere le liste comunque c'è ancora qualche giorno e Berlusconi in settimana sarà a Roma anche per fare il punto con lo stato maggiore del partito.



caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]