Dopo Livorno, anche Ancona: Salvini fa il pieno di uova e pomodori…

27 aprile 2015, intelligo
Dopo Livorno, anche Ancona: Salvini fa il pieno di uova e pomodori…
Ne farebbe volentieri a meno, ma la scena si ripete di nuovo suo malgrado. Uova per Salvini. Ieri a Livorno, nella ‘rossa’ Toscana, oggi nella Marche, ad Ancona. 

E’ un tour elettorale anche all’insegna dell’enogastronomico quello del leader della Lega che nella città marchigiana è stato accolto da alcuni contestatori dei centri con lanci di uova e pomodori. Ma è volata anche qualche bottiglia e qualche fumogeno, accompagnati dal solito slogan “vattene, vergogna, fascisti”. 

Ma lui non se ne cura e tira dritto, anzi replica per le rime: “E pensare che questa gente qui magari il 25 aprile stava a parlare di libertà a democrazia”. Immancabile felpa elettorale con la scritta “Marche”, il leader della Lega ha visitato il gazebo dove i militanti raccolgono le firme necessarie per presentare le liste dei candidati alle regionali. Selfie e scatti con dirigenti e militanti locali mentre le forze dell’ordine hanno dovuto garantire un cordone di sicurezza per evitare contatti con i contestatori. 

Non sono mancati attimi di tensione a causa di alcuni attivisti dei centri sociali che pare avessero intenzione di forzare il cordone. Infine, è stata la prontezza di un agente a deviare il percorso di un uovo che avrebbe centrato Salvini. Il poliziotto, infatti, ha aperto un ombrello e l’uovo si è spiaccicato là sopra. 

LuBi
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]