Le uova a Salvini oggi, a Renzi e Berlusconi ieri: ma è reato

27 aprile 2015, intelligo
Le uova a Salvini oggi, a Renzi e Berlusconi ieri: ma è reato
Il lancio delle uova è diventato uno sport nazionale. Specialmente in politica. E nell’Italicum Stivale, nei giorni dell’Italicum alla prova del Parlamento, in piazza il ricorso all’oggetto da tirare al politico di turno è sempre più diffuso. 

Da Salvini a Renzi passando per Berlusconi, tutti hanno ci hanno dovuto fare i conti. Schivando, laddove possibile, oppure prendendoseli in faccia se proprio non c’è alternativa. Vediamo una breve rassegna dei politici inseguiti dalle uova.

RENZI. Sfogliando le cronache il 2014 per Renzi è stato un anno contrassegnato anche dalle contestazioni con annesso lancio di uova. Ottobre 2014: a Ferrara il premier viene preso di mira da una ragazza siciliana durante una manifestazione alla quale il premier partecipa. In piazza a contestarlo ci sono attivisti grillini ma senza uova al seguito. Renzi schiva il lancio e la ragazza denunciata dalla polizia per getto pericoloso di cose, si pente. Un mese dopo - novembre 2014 – c’è un bis per l’inquilino di Palazzo Chigi: accade a Vimercate dove un gruppo di contestatori lancia uova contro l’auto di Renzi che non entra dall’ingresso principale della sede Alcatel. A finire sotto la “pioggia” di uova, invece, sono le auto del suo staff. Come non dimenticare poi la battuta sferzante del premier, nei giorni caldi del Jobs Act, dal palco di una manifestazione disse che se gli avessero tirato uova, lui ci avrebbe fatto le crepes…

SALVINI. Attualmente è il leader più bersagliato dal lancio di uova. Si sa, il clima da campagna elettorale e le posizioni barricadere del leader leghista possono suscitare reazioni …enogastronomiche. E’ accaduto l’altro giorno a Livorno, nella rossa Toscana ed è successo di nuovo oggi ad Ancona, durante un tour elettorale nelle Marche. 

BERLUSCONI. Anche il leader di Fi non è stato immune dal lancio di uova. Era il 22 gennaio 2014 quando un ultraottantenne militante di sinistra, ha manifestato così tutto il suo disappunto per la firma del patto del Nazareno tra Berlusconi e Renzi. E così il giorno, storico, dell’arrivo del leader di Fi nella quartier generale dem, l’uomo si era munito di uova che scagliò contro la macchina dell’ex premier.

LANCIARE UOVA E’ REATO. Lo stabilisce la Cassazione penale (sentenza 44187): lanciare uova contro politici in campagna elettorale, magari mirando la palco dove si tiene il comizio è un reato e non il libero esercizio del diritto di opinione. I giudici hanno deliberato così respingendo il ricorso di un uomo condannato dal tribunale di Bologna a 200 euro di ammenda, dopo la denuncia di un poliziotto. 

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]