Salah estradato per la strage di Parigi, nel dossier il suicidio del fratello - VIDEO

27 aprile 2016 ore 12:16, Micaela Del Monte
L'unico attentatore sopravvissuto alla strage di Parigi dello scorso 13 novembre ha lasciato il Belgio. Salah Abdeslam infatti, catturato a Bruxelles, nel quartiere di Molenbeek, il 18 marzo (quattro giorni prima degli attentati all'aeroporto Zaventem e alla metro della capitale belga) è stato estradato in Francia. A rivelarlo è stato il sito online del quotidiano francese LeFigaro.

Salah estradato per la strage di Parigi, nel dossier il suicidio del fratello - VIDEO
La procura federale belga ha fatto sapere che non comunicherà alcuna informazione ulteriore a proposito delle circostanze della consegna, ma la procura francese ha fatto sapere che l’uomo comparirà oggi davanti ai giudici.

"L’ho incontrato venerdì scorso per due ore e mezzo. Ho visto un giovane abbastanza abbattuto, desideroso di chiarirsi al più presto con la giustizia francese”, ha dichiarato al quotidiano Le Figaro il nuovo avvocato difensore, Frank Berton, penalista di Lille. Berton ha poi aggiunto che “ciò che conta è che abbia diritto a un processo equo, che venga condannato per le cose che ha fatto, non per quelle che non ha fatto".

Ieri sono state diffuse dalla tv francese M6 le immagini di Brahim Abdeslam, il fratello di Salah, mentre si fa esplodere dentro il caffé Comptoir Voltaire di Parigi il 13 novembre. L'attacco suicida è stato ripreso dalle telecamere di sorveglianza del locale, che mostrano Brahim Abdeslam, vestito di nero, mentre entra nella caffetteria con un'andatura tranquilla. Arrivato nel centro del locale, tra i tavolini pieni di persone ignare di quello che sta per succedere, si ferma e innesca la sua cintura esplosiva. In quell'attacco non si registrarono morti, tranne il terrorista, e una quindicina di feriti.


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]