Presi i "Lupin" di Torino: in un attico bottino da 7 milioni di euro

27 aprile 2016 ore 13:41, Andrea De Angelis
Furto di primo livello e bottino milionario. Il colpo messi a segno aveva fruttato un cospicuo risultato ai malviventi in quel di Torino grazie ai furti di gioielli messi a segno in un attico del capoluogo piemontese.

Come riportato dall'Agi sono quattro i provvedimenti restrittivi (2 custodie cautelari in carcere e due arresti domiciliari) per furto in abitazione aggravato che avevano fruttato un bottino di gioielli per un valore stimato intorno ai 7 milioni di euro.
L'operazione è stata portata a termine dalla Polizia di Stato di Torino con la sezione antirapine della Squadra mobile a conclusione di indagini avviate nel 2015 e supportate da attività tecniche. Come spiega l'agenzia, gli arrestati su cui pesano - a detta degli investigatori - gravi indizi sono due pregiudicati slavi e due donne italiane. Vittima del furto era stata una facoltosa donna torinese.
Dopo una minuziosa attivitàinvestigativa che ha visto coinvolte tutte le persone più vicine alla donna ed anche grazie ad una complessa attivitàdi analisi dei traffici telefonici, l'attenzione dei poliziotti, scrive l'Agi, si è concentrata sulle due donne di cui la vittima era abituale cliente. 

Presi i 'Lupin' di Torino: in un attico bottino da 7 milioni di euro
Le due donne, secondo gli investigatori, avrebbero intrattenuto con la ricca torinese anche un rapporto di amicizia, oltre che di natura commerciale, riferendo quindi ai complici particolari importanti sulla struttura della casa della vittima, sulle sue abitudini, sul luogo in cui era custodita la cassaforte e quello in cui la donna era solita nasconderne le chiavi. Entrambe sarebbero state più volte in casa della donna con la scusa di farle provare degli abiti e, nelle varie occasioni, avevano avuto modo di studiarne gli ambienti e le abitudini.
Sono in corso ulteriori accertamenti finalizzati all'individuazione di altri complici del furto milionario.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]