Brennero, Chiesa: "Europa sconfitta da un nemico disarmato e con il Ttpi sarà la fine"

27 aprile 2016 ore 16:10, Andrea De Angelis
Da un lato la questione migranti, le tensioni al Brennero, il braccio di ferro ormai in atto tra Italia e Austria. Dall'altro il viaggio di Obama in Europa, il Ttpi e le possibili ripercussioni per gli europei (italiani ovviamente compresi). IntelligoNews ha parlato di tutto questo con il giornalista Giulietto Chiesa...

Il Brennero è l'argomento del giorno, l'Austria sarebbe pronta a schierare l'esercito e il possibile, futuro presidente parla di legittimo controllo dei confini. L'Austria sta semplicemente esercitando ciò che è in suo potere?
"Sì, se lo sta facendo è possibile farlo. Bisogna dire che questa Europa sta crollando sotto i colpi di un nemico disarmato, figuriamoci se dovesse trovarsi davanti un nemico reale! Questa ondata di migranti può essere governata in modo razionale da un'Europa che agisce in modo collettivo. Invece si agisce in modo frazionato, differenziato, ciascuno per conto suo". 

Cosa manifesta tutto ciò?
"L'assenza di una visione strategica. Questa Europa non rappresenta in questo momento un interlocutore di livello mondiale, ma una accozzaglia di egoismi".

Il viaggio di Obama in Europa dimostra che per gli Stati Uniti il vero referente è la Germania di Angela Merkel?
"In realtà Obama ha parlato anche con Cameron dicendogli di restare in Europa. Ci sono due scuole di pensiero. Una vorrebbe un'Europa in ginocchio, come in effetti sta avvenendo. Un'altra vorrebbe un continente più capace di svolgere un ruolo internazionale. Probabilmente Obama fa parte di questa seconda scuola, ma non c'è solo lui che gioca la partita. Diciamo così. Una scuola che tende a imporci tutto quello che gli Stati Uniti ritengono opportuno, disinteressandosi dei nostri problemi". 

Brennero, Chiesa: 'Europa sconfitta da un nemico disarmato e con il Ttpi sarà la fine'
Mi sembra chiaro un suo riferimento al Ttip. Questo è il vero motivo del viaggio di Obama, al di là di Brexit, migranti e lotta all'Isis?
"Secondo me il vero motivo è il Ttip. Obama viene a sostenerlo senza probabilmente rendersi conto che farlo significa annullare l'Europa. Certo, è venuto per questo. Il Ttip è la resa finale dell'Europa dei popoli e delle nazioni a un criterio che è quello washingtoniano. In questo anni è andato avanti il consenso, ora che è finito vogliono imporcelo attraverso il Ttip. Un gioco al massacro di questa Europa che si lascia massacrare".

L'Europa è ancora vista come la patria del welfare, rispetto ad esempio agli Stati Uniti. Il Ttip mina proprio il welfare, anche per le pensioni dovremo andare dai privati?
"Il Ttip è la privatizzazione di tutto, è la fine del welfare europeo. Significa che tutti ci dovremo pagare tutto. Non può essere letto in modo diverso. Privatizzazioni di tutti i servizi, dovremo pagarci l'assistenza sanitaria, la scuola, i trasporti per non parlare dell'acqua. Questo è il significato del Ttip: il trionfo del mercato nella sua accezione americana".




caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]